FILCAMS CGIL MARCHE, UN PRESIDIO CONTRO LE APERTURE

13/02/2012

13 febbraio 2012

Filcams Cgil Marche, un presidio contro le aperture

Le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil delle Marche hanno espresso la loro contrarietà all’emendamento del decreto Salva Italia, che liberalizza gli orari e le aperture commerciali.
È stato avviato un confronto con la Regione Marche, alla presenza dell’ANCI e delle Organizzazioni Datoriali del Commercio nonché dell’Associazione dei Consumatori, nell’occasione la Filcams Cgil Marche ha richiesto alla Regione “di fare ricorso alla Corte Costituzionale alla stregua di altre Regioni e nel contempo di attivarsi per trovare una soluzione condivisa su un contenimento delle aperture domenicali. Sul primo punto la Regione non ha ancora preso una decisione mentre sul secondo ha attivato un tavolo tecnico per giungere ad un protocollo di accordo tra tutte le parti.”

A sostegno di queste richieste le organizzazioni sindacali hanno programmato un presidio presso il Consiglio Regionale Marche, per il giorno 28 febbraio prossimo, a partire dalle 11,00.

In quell’occasione i sindacati saremo ricevuti dal Presidente del Consiglio, dall’Assessore al Commercio e dai Capi Gruppo Consiliari.