Fiba, meno presenze e poche spese

07/09/2004


           
           
           
           
          Turismo
          Numero 214, pag. 13 del 7/9/2004
          Fiba, meno presenze e poche spese
           
           
          ´Se facciamo un preliminare bilancio della stagione estiva in Italia, osserviamo un calo complessivo sia nel numero delle presenze dei turisti sia nei consumi effettuati rispetto all’anno precedente’.
          Lo dichiara Renato Papagni, presidente nazionale della Federazione italiana delle imprese balneari associata a Confesercenti, tracciando una prima analisi dell’andamento della stagione balneare 2004 in Italia.
          In regioni come Puglia, Calabria, Liguria, Campania e Marche il calo delle presenze si è attestato intorno al 15-25% rispetto allo scorso anno, con un leggero miglioramento nel mese di agosto, a partire dalla seconda decade. I
          n Emilia Romagna e in alcune località del Lazio e della Toscana la flessione è del 10-15%, mentre sul litorale romano e in Versilia si è riusciti a mantenere lo standard delle presenze registrate negli anni passati.
          Sul fronte dei consumi’, continua Papagni, ´la flessione è più marcata, variando dal 20% a un ben 50% perché da una parte la flessione delle presenze ha influito negativamente sui consumi, dall’altra risulta evidente che le famiglie in vacanza spendono meno’.