Ferrara. Upim: ha scioperato la metà dei lavoratori

19/12/2005
    lunedì 19 dicembre 2005

    Pagina 11 – Cronaca

      Upim, ha scioperato la metà dei lavoratori


        Lo sciopero nazionale dei lavoratori Upim, indetto sabato in pieno “shopping” natalizio, ha riscontrato a Ferrara un’adesione oltre le aspettative con circa il 50% di astensione dal lavoro. Un segnale incoraggiante, per le organizzazioni sindacali.

        Se la prima giornata di mobilitazione per il rinnovo del contratto integrativo aziendale, il 1 ottobre, aveva registrato scarsissimo riscontro da parte dei dipendenti del grande magazzino di via Mazzini, «sabato i lavoratori, soprattutto i più giovani, hanno espresso la volontà di far sentire la loro voce», commentano i rappresentanti dei sindacati.

        La vertenza con i dirigenti dell’Upim (che fa parte del Gruppo Rinascente) era iniziata dopo l’estate, quando il gruppo dichiarò la sua indisponibilità di discutere la proposta di rinnovo dell’integrativo, in scadenza il 31 dicembre. Dopo il primo sciopero, il gruppo Rinascente si era detto d’accordo a continuare almeno ad applicare il contratto vecchio, mentre da parte dell’azienda Upim la chiusura è rimasta totale. Da qui, la seconda giornata di sciopero, proclamata in una delle giornate più intense per gli acquisti festivi.

        Ora i sindacati hanno chiesto un incontro ai responsabili dell’Upim ferrarese, ma l’azienda ha già fatto sapere che se ne riparlerà solo dopo Natale.