Ferrara. Oggi è sciopero all’Upim

19/12/2005
    sabato 17 dicembre 2005

    Pagina 15 – Cronaca

      Oggi è sciopero all’Upim per l’accordo integrativo

        Non c’è accordo sul rinnovo del contratto integrativo aziendale, e per la seconda volta nel giro di tre mesi oggi è ancora sciopero nazionale di otto ore alla Upim. La giornata di mobilitazione è stata indetta da Fisascat Cgil e Uiltucs Uil, dopo mesi di contrasti con i vertici del Gruppo Rinascente (di cui Upim fa parte) sul rinnovo dell’accordo aziendale che scadrà il 31 dicembre e che riguarda gli incentivi e i premi di produttività.

        Le prime proposte avanzate dai sindacati, subito dopo l’estate, erano state respinte dall’azienda senza alcuna apertura a una trattativa.

        Il 1 ottobre c’era stata quindi la prima giornata di sciopero nazionale. A Ferrara, in una realtà poco sindacalizzata come quella del grande magazzino di via Mazzini, l’adesione era stata tutt’altro che massiccia. La vertenza è comunque proseguita, seppure con tavoli separati. Infatti se la Rinascente dopo lo sciopero del 1 ottobre si è detta disposta a mantenere in vigore l’accordo 2005 in attesa di trovare un’intesa per il rinnovo, il “ramo” Upim invece è rimasto fermo alla decisione di non trattare.

        Dopo l’ultima assemblea sindacale, il 7 dicembre, è stato proclamato lo sciopero: Filcams e Uiltucs puntano a ottenere maggiori riscontri a Ferrara, dal momento che solo negli ultimi mesi il sindacato è riuscito a radicarsi tra i lavoratori Upim.