Ferrara. Al Billa Natale agrodolce

24/12/2004

    venerdì 24 dicembre 2004

    Pagina 15 – Cronaca

      Incontro azienda-sindacati dopo la crisi
      Al Billa Natale agrodolce: nessuna chiusura in vista ma due negozi in perdita

        Nessun negozio Billa in provincia di Ferrara rischia la chiusura, anche se ce ne sono un paio, in particolare in città, che non vanno bene e sono «sotto osservazione» da parte della dirigenza del gruppo di distribuzione controllato dal colosso Rowe. Lo ha chiarito Lorenzo Calzavara, dirigente Billa, nel recente incontro con le segreterie provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, a seguito dalla richiesta dello stato di crisi presentato dal gruppo al ministero del Lavoro. I problemi riguardano soprattutto le filiali ex Standa, spiegano i sindacati, rasserenando così il Natale dei dipendenti.

        Delle otto filiali della provincia, è la sintesi di quanto emerso nell’incontro, ve ne sono due con problemi da affrontare: via Modena, definita «in stato di criticità», e via Padova definita «sotto osservazione». Il margine operativo di queste due filiali non è in linea con le aspettative aziendali, a causa della contrazione del fatturato, della «impossibilità di ridurre ulteriormente il personale all’interno delle filiali» e dal costo degli affitti.

        I sindacati non sanno ancora le intenzioni dell’azienda, ci sarà un incontro il 4 gennaio, e criticano le politiche poco reattive di Billa. Il problema della vertenza che contrappone a Migliarino l’azienda e i proprietari dell’immobile dovrebbe evolvere dopo la scadenza del contratto, nel 2007.