FELTRINELLI: UN ACCORDO PONTE CHE CONFERMA IL CONTRATTO INTEGRATIVO

06/12/2011

6 dicembre 2011

Feltrinelli: un accordo ponte che conferma il contratto integrativo

Il 29 novembre scorso è stata raggiunta un’intesa sui punti che dovranno costituire un accordo ponte al fine di confermare il contratto integrativo Feltrinelli attualmente in vigore, rinviandone il rinnovo alla fine del 2013.
“L’intesa, che si colloca in un difficile momento economico per l’Azienda, ha messo al centro le garanzie occupazionali” afferma la Filcams Cgil “sia in termini di mantenimento che di sviluppo, e ha inoltre portato alcuni miglioramenti alle condizioni di lavoro.”
Durante la trattativa per il rinnovo del contratto integrativo, in corso da ormai 19 mesi, l’Azienda stava portando avanti pesanti richieste finalizzate alla riduzione del costo complessivo del contratto stesso, proponendo la sospensione di alcuni elementi importanti quali, ad esempio, il trattamento del lavoro domenicale.
“Siamo riusciti con questo accordo” prosegue la Filcams Cgil “ad evitare che il peso della crisi venisse completamente scaricato sui lavoratori, impegnando l’azienda ad un percorso di confronto complessivo per il recupero di efficienza e competitività attraverso una migliore organizzazione del lavoro.”

Per i prossimi 2 anni, l’azienda ha garantito gli investimenti previsti con l’apertura di 13 negozi che comporteranno un incremento occupazionale a tempo indeterminato di 90 lavoratori.
Tra gli elementi importanti definiti: le misure finalizzate alla stabilizzazione dei contratti di lavoro, l’aumento dell’orario dei lavoratori part time, il carattere temporaneo e sperimentale del salario di ingresso e di impianto.
Rispetto al trattamento del lavoro domenicale e festivo l’Azienda ha ritirato l’ipotesi di sospensione/riduzione delle indennità aggiuntive e si è concordato in via sperimentale un diverso sistema di pagamento che, fermo restando la garanzia di erogazione mensile e le indennità in essere, possa portare agevolazioni fiscali per i lavoratori oltre che contributive per l’azienda. Inoltre, Feltrinelli ha accettato di ripristinare il pagamento al 100% dei primi 3 giorni di malattia.

Il coordinamento dei delegati e le organizzazioni sindacali hanno espresso soddisfazione per il risultato raggiunto; l’accordo verrà definito nel mese di gennaio e sarà sottoposto alla consultazione dei lavoratori.