Feltrinelli, esito incontro 31/05/2017

Roma, 19 giugno 2017

Il 31 maggio 2017, presso la Confcommercio di Milano, si è tenuto il confronto annuale con il Gruppo Feltrinelli per valutare, congiuntamente alle strutture sindacali nazionali e al Coordinamento dei delegati sindacali, lo stato di salute delle società Feltrinelli, in coerenza con il piano industriale varato per il triennio 2015/2017.
Il dott. Rivolta ha presentato i risultati conseguiti nel 2016, esprimendo un giudizio positivo sul lavoro svolto nell’ anno, nel quale sono stati centrati gli obiettivi previsti:

    -la cessione del canale televisivo La Effe a Sky;

    -l’acquisizione di tutte le quote editoriali della casa spagnola Anagrama S.A. (+ 59%);

    -la joint venture con Cir Ristorazione per la gestione della formula RED;

    -l’affitto d’azienda a Roma per sei PdV a marchio Arion, in concordato preventivo e la presa in carico dei 34 addetti;

    -l’acquisizione di ulteriori quote Edigita (ebook)per un totale del 50%;

    -l’acquisizione di quote La Central (E) per un totale del 49,8%;

    -l’ingresso in Società Editrice Milanese con il 37,5%;

    -la cessione a Coima di 5 immobili, sedi di PdV, con stabilizzazione dei contratti di affitto (10/18 anni).

A proposito degli immobili locati, è stato ricordato che nei prossimi tre anni andranno in scadenza il 50% di tutti i contratti di affitto; a partire, a dicembre prossimo, dal PdV di Galleria Colonna a Roma per cui si sta contrattando la proroga con i proprietari.
I dati di bilancio 2016 sono particolarmente interessanti se si tiene conto del contesto generale del settore nel quale dal 2010 al 2015 ha chiuso il 10% delle librerie indipendenti ; nonostante la durissima concorrenza di un colosso internazionale come Amazon ; una legge sul commercio dei libri (Levi-Prodi) che, priva di controlli severi, porta alla concorrenza sleale attraverso sconti e promozioni; un mercato editoriale che, a fronte di un aumento del prezzo medio del 4% vede le vendite complessive in calo del 2,3%, compensando al +1,6.
Nel merito: i ricavi passano dal -0,9% del 2014 al +6.6% del 2016.
Il margine operativo lordo fornito con il dato EBITDA passa dal 14,5 al 29,6; mentre il risultato netto passa dal meno 24 del 2014 al più 0,3 del 2016, frutto anche della riduzione complessiva dei costi e dei tempi di anticipo di pagamento agli autori.
Nel dettaglio, PDE nell’ultimo anno migliora i ricavi del 24% e come EBITDA passa da -5,5 a +4,7.
Il Retail va a +0,3%, con EBITDA che passa da 13 a 19.
I megastore metropolitani vanno a +0,9%, mentre quelli di provincia vanno a -1,2%;
in crollo verticale musica (-9%) e video (-7%); giocattoli a -0,3%, cartoleria a +3%, multimediale a -45% e libri a +2,2%, per un totale complessivo del +0,4%.
I dati sulle partnerships con Moak e Moleskine sono buoni. La cartoleria va a + 15%. Anche l’e_commerce, che nel 2016 raggiunge un +17%.
Il piano di sviluppo prevede 4 nuove aperture entro il 2018: tre a Milano (Porta Romana, Brera, e City Life) e una a Roma in Via Tomacelli, mentre sempre a Roma chiude la ristorazione di Torretta.
I dirigenti della Società hanno esplicitamente dichiarato il loro interesse ad affermarsi come leader del mercato con la conferma e la diffusione dei valori che storicamente caratterizzano il Gruppo, facendo vivere i PdV e prendendosi cura del cliente attraverso la valorizzazione delle persone e della squadra da motivare e far crescere nella formazione. In questa ottica verrà migliorata la comunicazione aziendale, prevedendo l’avvio di SAP a breve.
Le OO.SS. ed il Coordinamento dei Delegati hanno espresso pieno appoggio ad un progetto di rilancio che favorisca il consolidamento delle attività attraverso il pieno coinvolgimento e l’apporto attivo dei lavoratori, a cominciare dall’informazione e dalla formazione. In questa direzione richiedono la documentazione relativa al bilancio consolidato del 2016 e si impegnano ad indicare rapidamente i nominativi della commissione di delegati prevista a supporto del progetto formativo presentato a latere, nella consapevolezza che una pratica più avanzata delle relazioni sindacali è condizione possibile oltre che necessaria.
Ferma restando la disponibilità ad incontri territoriali su temi specifici evidenziati, la prosecuzione del confronto nazionale è prevista per il prossimo mese di settembre sugli aggiornamenti del piano e sulla conseguente valutazione relativa alla possibile prosecuzione del Contratto di Solidarietà.

                                  p. Filcams Cgil Nazionale
                                  Concetta Di Francesco