Feltrinelli, esito incontro 13/09/2011

Roma, 16 settembre 2011

TESTO UNITARIO

il 13 settembre u.s. è ripresa la trattativa, dopo la sospensione estiva, per il rinnovo del CIA Feltrinelli.
La direzione aziendale ha aperto l’incontro con l’aggiornamento sull’andamento economico, dichiarando un andamento negativo preoccupante rispetto all’anno precedente.
In particolare ha fornito alla delegazione alcuni dati che evidenziano come gli investimenti fatti nelle nuove aperture non stanno dando i risultati attesi in termini di fatturato.
A parità di punti vendita, questi alcuni dei dati forniti:

    numero dipendenti nel 2010: 1419 – ad agosto 2011: 1417
    fatturato dei primi 8 mesi del 2010: 177 milioni di euro – primi 8 mesi del 2011: 168 milioni di euro (perdita deflazionata del 6,8%)
    monte stipendi pagato ad agosto del 2010: 34 milioni – agosto 2011: 34,4 milioni

Considerando lo sviluppo della rete le vendite nette sono aumentate del 1,3%, il costo del lavoro del 6,4% a fronte di un’ occupazionale pari a 1521 unità.
La lettura che l’azienda ha voluto dare di questi dati è che il fatturato scende mentre il costo del lavoro aumenta.
Ha ribadito quindi che il rinnovo del CIA dovrà servire anche a portare qualche risparmio per permettere all’azienda di proseguire nel piano di sviluppo programmato e consentire nuova occupazione.
Nonostante i dati preoccupanti, l’azienda ha comunque confermato la volontà di arrivare ad un accordo di giusto equilibrio tra le reciproche esigenze.
Le OO.SS. hanno quindi riassunto nuovamente all’azienda i punti fondamentali per portare avanti in modo costruttivo il confronto:

    mantenimento di tutti i punti qualificanti del CIA, a partire da quelli sociali;
    garanzia di uguale applicazione del CIA a tutti i dipendenti, sia in caso di nuove aperture che di nuove assunzioni, evitando così modifiche strutturali ma valutando solo diversi tempi di applicazione;
    miglioramento delle normative sulle condizioni di lavoro, con particolare attenzione ai contratti part time, alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, ecc.;
    incremento di occupazione stabile;
    ridefinizione di un premio ad obiettivi che sia più raggiungibile ed economicamente più consistente.

E hanno ricordato inoltre i punti della piattaforma già discussi nei precedenti incontri.
L’azienda ha chiesto ulteriore tempo per approfondire le condizioni complessive da noi esposte e per tanto la trattativa è stata aggiornata ai primi di ottobre.
Quanto prima vi comunicheremo la data e l’ora dell’incontro che si svolgerà a Roma.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Banchieri/Carlini