Feltrinelli, Comunicato sindacale 10/02/2014

COMUNICATO SINDACALE
FELTRINELLI

Nei giorni scorsi è giunto nei punti vendita il comunicato dell’azienda sulla nuova disposizione del piano ferie in cui si faceva riferimento anche a un tentativo di “condivisione” con i rappresentanti sindacali sullo stesso.
Come sicuramente saprete il piano ferie è disciplinato dal nostro Contratto Integrativo Aziendale, per questo motivo l’azienda ha tentato di condividere le modifiche con i delegati e con le organizzazioni sindacali (e non per spirito benevolo di condivisione). Visto il tema abbiamo comunque accertato di discutere della proposta aziendale nonostante l’impegno reciproco a non modificare il CIA durante la vigenza del contratto di solidarietà
La discussione iniziata a ridosso delle festività natalizie con tutto ciò che comporta in termini di impegno dei delegati e dei lavoratori che ha reso difficile rispettare le scadenze poste dall’azienda.
Noi della Filcams CGIL abbiamo chiesto di intervenire sull’art 5 non solo sui tempi della pianificazione, su cui comunque abbiamo portato significativi miglioramenti rispetto alla proposta originaria, ma anche sugli aspetti che disciplinano le aperture domenicali e festive visti i forti mutamenti della rete commerciale in questi anni.
L’azienda non ha voluto in questa fase discutere di merito, decidendo che il tavolo non era quello giusto… ma le relazioni sindacali non possono funzionare così! Feltrinelli non può decidere da sola i tempi e i modi delle trattative sindacali!
Non abbiamo ritenuto di sottoscrivere una modifica del CIA nata per esigenze aziendali senza disponibilità dell’azienda di discutere delle REALI esigenze dei lavoratori (apertura festivi e domenicali).
Ciò nonostante l’azienda ha inviato la comunicazione di variazione del periodo di utilizzo delle ferie, agendo fuori dal tracciato della contrattazione e delle relazioni sindacali, tra l’altro accusando la Filcams di aver tenuto un comportamento pretestuoso.
Riteniamo molto grave il comportamento dell’azienda che rompe le relazioni sindacali su un tema su cui era possibile trovare facilmente un accordo. I lavoratori e le lavoratrici Feltrinelli hanno dimostrato già molta disponibilità in questi mesi per comprendere le esigenze aziendali e individuare soluzioni per affrontare la crisi. Ci chiediamo quale sarà l’atteggiamento dell’azienda quando le questioni da discutere saranno più rilevanti (in primis il rinnovo del CIA), il nostro sicuramente terrà conto di questo episodio: NON POSSIAMO ACCETTARE AZIONI UNILATERALI, qualsiasi sia il merito, che incidono su ciò che stabilito dalla contrattazione e sulla vita dei lavoratori e delle lavoratrici Feltrinelli.

Vogliamo comunque chiarire che il CIA non è stato modificato, e rimane per la Filcams CGIL in vigore in tutte le sue parti!
Nelle prossime settimane la Filcams effettuerà assemblee nei punti vendita per valutare con i lavoratori l’atteggiamento aziendale e per aumentare il livello di attenzione su ogni aspetto della vita dei pdv visto il pericoloso precedente.
Cogliamo inoltre l’occasione per informare tutti i lavoratori che abbiamo scritto all’azienda una richiesta di chiarimenti in relazione al mancato pagamento di parte delle festività di dicembre con conseguente richiesta di integrare immediatamente le differenze ai lavoratori. L’azienda ci ha risposto che si è trattato di un errore di sistema e che sono in partenza i bonifici con le differenze retributive.

LA FILCAMS CGIL NAZIONALE

Roma, 10 febbraio 2014