Federfarma – Serrata contro le liberalizzazioni decreto “Salva Italia ” 24/01/2012

Roma, 24 gennaio 2012

è di queste ore la notizia che Federfarma, ha previsto una serrata per protesta nei confronti del Governo per il 1 febbraio 2012. E ciò nonostante lo stesso abbia notevolmente cambiato l’iniziale disegno di liberalizzazione accogliendo alcune delle richieste più pressanti della Associazione dei Titolari. Per garantire la massima tutela ai dipendenti coinvolti dall’iniziativa datoriale, ci pare opportuno comunque riprecisare quanto segue:

      La sospensione dal lavoro, che sia decisa dal datore di lavoro, esonera lo stesso dall’obbligo di corrispondere la retribuzione solo nel caso in cui derivi da accordo specifico, caso fortuito o forza maggiore.

I lavoratori interessati mantengono pertanto il diritto alla normale retribuzione. Tale diritto è anche rafforzato da quanto previsto all’art. 40 del vigente CCNL “Sospensione dal lavoro”, che riportiamo integralmente:

      "In caso di sospensione dal lavoro per fatto dipendente dal datore di lavoro e indipendente dalla volontà del lavoratore questi ha diritto all’ordinaria retribuzione per tutto il periodo della sospensione. La norma di cui al precedente comma non si applica nel caso di pubblica calamità, eventi atmosferici straordinari ed altri casi di forza maggiore."

Nel caso di controversie derivanti da parte di singoli datori di lavoro vi invitiamo a rispondere/ far rispondere per iscritto facendo offrire al lavoratore la propria prestazione lavorativa, intimando il pagamento di quanto dovuto, e riservandovi la richiesta di risarcimento danni, qualora venissero effettuate trattenute indebite. Tali missive dovranno essere inviate oltre che al titolare, all’ Asl territorialmente competente, e per i farmacisti collaboratori, anche all’ Ordine.

p. la Segreteria Filcams Nazionale
Cristian Sesena