Fatture false, fallisce villaggio vip

23/05/2001



Logo Repubblica.it

Pagina 41
Fatture false
fallisce
villaggio vip

il caso


SASSARI – È fallita la società che nel nord Sardegna aveva costruito il Bagaglino, uno dei più grandi villaggi vacanze dell’isola. La decisione è stata presa dal giudice fallimentare di Brescia dopo che la Procura della Repubblica ha denunciato diversi amministratori per una maxi evasione fiscale. Nel rapporto della Guardia di Finanza si parla di fatture false per un totale di 1.130 miliardi. Fatture su operazioni inesistenti – stando alle accuse – al solo scopo di evitare di pagare l’Iva.
L’accertamento ha sinora permesso di stabilire con sicurezza mancati versamenti per 16 miliardi, ma l’indagine tributaria continua per definire l’esatto ammontare dei mancati introiti complessivi per l’erario. All’inchiesta penale segue così adesso quella civile.
La società fallita è la Country Village. Era controllata dal costruttore e finanziere lombardo Mario Bertelli che ha realizzato in passato analoghi complesso turistici nell’isola e in altre zone d’Italia. Il villaggio al centro del fallimento è situato a Stintino, estrema propaggine nord occidentale della Sardegna, proprio di fronte al parco naturale dell’Asinara.
Ma adesso, proprio alla vigilia dell’avvio della stagione turistica, ville e residence resteranno chiusi. É molto difficile infatti che, in una situazione così compromessa, si possa trovare qualche spiraglio. Finora anche tutti i tentativi compiuti dagli avvocati e dai commercialisti incaricati da Bertelli di evitare il fallimento si sono infatti rivelati vani.
Non ha ottenuto l’effetto sperato dal costruttore neanche un’operazione di recupero crediti e di esibizione di nuove garanzie che ha visto impegnate alcune banche e una società costituita tra tour operator proprio per questo scopo. L’esame dello stato passivo sarà fatto il prossimo 2 ottobre a Brescia.
(p.g.p.)