Documenti di settore

Farmacie Speciali e Private, esito incontro 05/10/2019

Roma, 10 ottobre 2019

Il giorno 5 ottobre si è svolto presso la fiera di Milano dell’evento “Farmacista più” che è stata occasione per un aggiornamento della situazione del settore e per noi un momento di approfondimento importante.

Come comunicato nelle scorse settimane nel corso dell’iniziativa si è svolto anche il convegno organizzato da FIAFANT in collaborazione con la FILCAMS con ospite anche Federconsumatori. Il convegno intitolato “Farmacie in evoluzione – la contrattazione come strumento di crescita comune” è stato presieduto da Gino Viero, Segretario FIAFANT, ha fornito alcune interessanti osservazioni sul futuro della professione, sul futuro della distribuzione del farmaco nel territorio e la funzione della farmacia nella visione dell’utenza, ed in ultima analisi sulle risposte che la contrattazione può offrire nel merito.

La relazione della Presidente di FIAFANT, Benedetta Mariani ha centrato il rapporto tra contrattazione e professione.

La farmacia dei servizi, nella nuova definizione e nelle sue coniugazioni possibili e la rete della distribuzione logistica e il rapporto con le persone che sono al centro del futuro del modello di farmacia. La riconferma della centralità della figura del farmacista, che resta strumento di tutela del servizio sanitario con la sua professionalità. L’analisi dell’evoluzione, con l’ingresso sempre più ampio di imprese multinazionali che spesso hanno il controllo della distribuzione logistica oltre che delle farmacie sul territorio (dispensazione), deve essere sempre più attenta e precisa.

Nel corso del dibattito il nostro intervento ha voluto specificare il ruolo che, il Contratto Nazionale può giocare in questa fase. Unificante tra le varie competenze professionali presenti nel mondo della farmacia. Di sviluppo della professione con la formazione e la gestione attenta degli enti bilaterali. Di aggiornamento degli strumenti contrattuali con l’introduzione di elementi di welfare contrattuale come la sanità integrativa.

Le parole pronunciate in mattinata dalla presidenza di Federfarma nella quale si afferma la possibilità di sottoscrizione del contratto nazionale, collegandolo al rinnovo della “Convenzione” con il Ministero della Salute, appare contradditoria con le logiche contrattuali fino ad oggi dichiarate. Chiedere una revisione dei costi contrattuali e della firma della “Convenzione” diventa una doppia forma di finanziamento per la firma di un accordo, su cui sarà necessario ancora discutere e che ci vede al momento contrari.

“FarmacistaPiù” è stata anche occasione per un breve incontro con il Ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha dimostrato interesse per la nostra vertenza e ha chiesto un documento di approfondimento sui temi connessi al rinnovo del CCNL delle Farmacie Private e delle Farmacie Speciali.

Nelle prossime ore vi invieremo gli aggiornamenti organizzativi per il prosieguo della trattativa.

p. la Filcams Nazionale

Federico Antonelli – Danilo Lelli