Farmacie Speciali, esito incontro 30/05/2012

Roma, 31 maggio 2012

Oggetto: Farmacie Pubbliche – esito incontro 30 maggio

Testo Unitario

Il 30 maggio 2012 si è tenuto l’incontro fra le Segreterie Nazionali e Assofarm, per verificare, ad ormai 18 mesi dalla scadenza del CCNL, e dopo lo sciopero nazionale del 30 marzo 2012, se vi sono le condizioni per una chiusura di questa difficile vertenza. La Controparte ha ribadito, a fronte della crisi del settore, e del rischio concreto di vendita che sta interessando molte farmacie pubbliche, la necessità di intervenire pesantemente sull’attuale articolato contrattuale per recuperare costi e flessibilità.
Assofarm ha pertanto illustrato una serie di richieste tra cui l’abbattimento delle maggiorazioni per il lavoro notturno, straordinario, festivo l’aumento della percentuale di possibilità di assunzione dei tempi determinati, la modifica dell’orario di lavoro introducendo la possibilità, fermo restando le 38 ore settimanali, di prevedere settimane a 30 ore e settimane a 46 ore.
Ha chiesto di introdurre inoltre un doppio regime salariale strutturale per tutte le nuove assunzioni applicando i minimi retributivi del CCNL Farmacie Private. La proposta di aumento salariale è stata di 105,00 euro, meno dell’incremento previsto nel rinnovo del Ccnl Federfarma
Avendo manifestato unitariamente indisponibilità ad un confronto teso ad azzerare il ruolo della contrattazione di secondo livello (a partire dall’organizzazione del lavoro), Assofarm ha manifestato chiaramente la conflittualità esistente al suo interno, lasciando intravedere qualche piccola apertura che se sfruttata potrebbe diminuire le pretese avanzate riportando la trattativa verso maggiori tutele normative e garanzie economiche per i lavoratori. Tenuto conto di quanto emerso nell’ultimo coordinamento unitario e segnalandovi che Anci non ha ancora risposto alla nostra richiesta di incontro, abbiamo ritenuto opportuno fissare un altro incontro in modo da chiarire le reali intenzioni di Assofarm, prima di intraprendere ulteriori iniziative.
L’incontro si terrà il prossimo 15 giugno a Bologna, in forma ristretta.
Successivamente convocheremo un Coordinamento Nazionale Unitario per effettuare una valutazione complessiva ed eventualmente decidere le successive modalità di mobilitazione qualora il confronto previsto con Assofarm non preveda le necessarie condizioni per il rinnovo.
p. la Segreteria Cgil Nazionale
Cristian Sesena