Farmacie Speciali e Private, esito coordinamento 13/09/2019

Roma, 26 settembre 2019

Il giorno 13 settembre si è svolto il coordinamento delle farmacie private e speciali. Il coordinamento è stato convocato per fare il punto della situazione del settore con attenzione in particolare al rinnovo dei contratti nazionali delle farmacie private e rurali “Fedefarma” e Assofarm nonche’ l’organizzazione del convegno “FarmacistaPiù” del prossimo 5 ottobre che si terrà a Milano.

Il coordinamento si è aperto con la relazione della Filcams Cgil Nazionale che ha dato l’aggiornamento sui temi al tavolo della trattativa di rinnovo dei CCNL.

I punti all’ordine del giorno della trattativa sono:

    ·Diritti sindacali: elaborazione di una struttura di diritti e agibilità sindacali che implementino l’attuale strumentazione contrattuale (assemblee, permessi per membri dei direttivi)

    ·Ente bilaterale: la situazione bloccata dell’ente, che in questi ultimi anni non ha sostanzialmente operato, impone una riflessione che restituisca ai lavoratori i versamenti effettuati in termini di servizi

    ·Fondo assistenza sanitaria: appare fuori dal tempo e incoerente che i lavoratori del settore non abbiano un fondo di assistenza sanitaria che li assista con contributi e prestazioni sanitarie

    ·Ore di permesso: il tema dei permessi (ROL) è ancora presente sul tavolo in maniera pesante. La proposta della FILCAMS prevede paletti precisi che non rendano strutturali eventuali modifiche e ne migliorino la possibilità di utilizzo

Alla introduzione della Filcams Cgil Nazionale con un ampia esposizione sui temi relativi alla dinamica delle farmacie speciali e del rapporto con “Assofarm”, e’ seguito ampio dibattito con la partecipazione di numerosi territori sia collegati in videoconferenza che presenti in sala. Discutendo anche dell’organizzazione del convegno FarmaciaPiù che sarà occasione di visibilità, mobilità e discussione per la categoria e la Fiafant alla quale è necessario prestare la massima attenzione.
Tutti gli interventi che sono seguiti hanno posto l’accento, sul tema della proposta avanzata da Federfarma di rivedere le ore di permesso. E’ emerso che spesso i lavoratori, soprattutto nelle piccole farmacie, fanno fatica a smaltire le proprie ore di permesso che restano in ogni caso un elemento importante . In tal senso diversi interventi hanno sostenuto la possibilità di avere una differenziazione tra grandi e piccole farmacie, sul modello del contratto del commercio T.D.S. soprattutto per la parte relativa ai diritti e le agibilità sindacali.
Sugli altri punti della trattativa tutti gli interventi hanno sollecitato interesse in termini positivi delle eventuali modifiche.
Nel corso del dibattito è emersa anche la necessità di avere un maggior coordinamento delle strutture che dia l’aggiornamento costante delle discussioni in corso.

Altri punti che hanno sollecitato la discussione sono quelli relativi alla situazione Admenta, Farmacie speciali, il convegno Farmacista Più e le dinamiche che nel mondo delle farmacie si stanno scatenando.
In particolare su Admenta si è convenuto sulla necessità di organizzare un incontro a breve per poter discutere di alcuni temi che hanno avuto sia carattere territoriale che nazionale, preceduto da una riunione delle RSA aziendali e dei territori interessati che verrà convocata con apposita circolare.
Su Assofarma risulta evidente che oggi la situazione è particolarmente delicata, con diversi comuni che hanno tentato o realizzato operazioni di dismissione delle farmacie ad aziende private e grandi gruppi. Questa dinamica deve essere ancora monitorata anche nell’ambito della trattativa di rinnovo del contratto nazionale.

L’ingresso di grandi operatori finanziari e imprenditoriali pone oggi un punto interrogativo sul futuro del settore anche con implicazioni sulle professionalità. Diversi interventi hanno espresso preoccupazione su questo argomento. La partecipazione al convegno FarmacistaPiù sarà occasione per fare un dibattito pubblico su questi temi: l’ingresso delle multinazionali e le conseguenze sulle professionalità e la rete di farmacie e servizi presenti sul territorio.
In conclusione il coordinamento è stata occasione di confronto sulla cui utilità tutti hanno convenuto. La discussione è quindi aggiornata ai prossimi appuntamenti che sono la ripresa delle trattative di rinnovo dei CCNL di settore prevista nel mese di ottobre 2019, il convegno FarmacistaPiù a Milano il giorno 5 di ottobre e la richiesta di incontro ad Admenta da effettuarsi auspicabilmente entro la fine del mese di ottobre.

                      p. la Filcams Nazionale
                      F.Antonelli D. Lelli