FARMACIE PRIVATE: I FARMACISTI DIPENDENTI IN SCIOPERO GIOVEDI’ 25 OTTOBRE, MANIFESTAZIONE A ROMA DAVANTI LA SEDE DI FEDERFARMA

19/10/2007

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

19 ottobre 2007

FARMACIE PRIVATE: I FARMACISTI DIPENDENTI IN SCIOPERO GIOVEDI’ 25 OTTOBRE, MANIFESTAZIONE A ROMA DAVANTI LA SEDE DI FEDERFARMA

Giovedì 25 ottobre i farmacisti collaboratori, cioè dipendenti, e ogni altro dipendente delle farmacie private saranno in sciopero per l’intera giornata.

Una manifestazione di carattere nazionale è programmata a Roma con inizio alle ore 13,30 davanti alla sede di Federfarma, l’associazione sindacale dei titolari di farmacia, in via Emanuele Filiberto 190.

La giornata di sciopero è stata proclamata da Filcams Fisascat Uiltucs in risposta «all’arrogante comportamento di Federfarma» nella trattativa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro.

Il negoziato tra Federfarma e Filcams Fisascat Uiltucs è fermo poiché le proposte avanzate da Federfarma, quali per esempio la richiesta di massima flessibilità oraria fino a 50 ore settimanali e l’offerta di aumento salariale di 140,00 euro in 4 anni per il livello di più alta responsabilità, sono state giudicate dai sindacati inaccettabili.

Queste richieste-offerte, dicono i sindacati, «sono insultanti».

Le farmacie private sono 16mila (15mila sono i farmacisti titolari) e impiegano 35mila dipendenti, non tutti farmacisti collaboratori, benché questi siano largamente prevalenti, ma anche dipendenti con funzioni amministrative e tecniche.