Farmacie Private, esito incontro 21/06/2011

Roma, 4 luglio 2011

TESTO UNITARIO


il 21 giugno scorso è proseguito il confronto tra OO.SS. e Federfarma per il rinnovo del contratto per i dipendenti di farmacia privata. Nell’incontro è stata fatta una disamina della disponibilità di Federfarma rispetto ad ognuno dei punti richiesti dalle piattaforme di rinnovo. La delegazione di Federfarma ha lamentato la situazione di costante riduzione dei margini di profitto del settore ed ha dichiarato che, di tutti i punti illustrati, su mandato della Giunta Nazionale, ritiene possibile proseguire il confronto solamente su:

    • Classificazione del personale, ma solamente tramite l’istituzione di una commissione in seno all’Ente Bilaterale che analizzerà solo successivamente alla definitiva determinazione legislativa dei nuovi servizi in farmacia e al rinnovo della Convenzione farmaceutica.
    • Formazione ECM: al fine di stabilizzare le norme attuali in tema di permessi e rimborsi all’interno della validità temporale del contratto nazionale.
    • Trasferimenti: andando a regolamentarli definendo i motivi tecnico-organizzativi, il preavviso e i casi di divieto di applicazione dell’istituto.

Nulla è stato ipotizzato a riguardo dell’aumento salariale, se non facendo un generico riferimento ai risultati di quanto ottenuto nei recenti rinnovi contrattuali degli altri settori, in quanto Federfarma è stata categorica nell’affermare che, per poter chiudere la trattativa di rinnovo, la contrattazione sulla parte normativa dovrebbe limitarsi ai soli tre punti qui sopra riportati.

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo ribadito che, proprio perché convinti delle profonde trasformazioni che stanno interessando il settore, andrebbe affrontata una revisione più ampia degli istituti contrattuali per attrezzare ed ammodernare il settore con quegli strumenti contrattuali che riteniamo strategici per assicurare una risposta positiva alle esigenze di servizio dei cittadini e del Servizio Sanitario Nazionale.

Inoltre la mancata applicazione di due istituti contrattuali, già determinati con la scorsa tornata contrattuale, come l’assistenza sanitaria integrativa e la previdenza complementare, comporta di fatto un arretramento in un aspetto della contrattazione, il welfare contrattuale, che negli altri settori sta dimostrando essere la risposta più efficace in una situazione di crisi quale quella che stiamo vivendo.

Abbiamo concluso l’incontro riservandoci di effettuare una campagna di informazione e consultazione con le lavoratrici ed i lavoratori del settore al fine di valutare la proposta fatta da Federfarma durante l’incontro.

Invitiamo pertanto le strutture ad attivarsi per una rapida azione informativa con i dipendenti da farmacia privata al fine di determinare quali azioni intraprendere al tavolo della trattativa.

p.La Filcams Cgil

C. Sesena