Farmacie: dipendenti in sciopero

24/10/2007
    mercoledì 24 ottobre 2007

      Pagina 11 – Economia

      Farmacie, dipendenti in sciopero

      REGGIO.
      Domani i farmacisti collaboratori, cioè dipendenti, e ogni altro dipendente delle farmacie private saranno in sciopero per l’intera giornata. Una manifestazione di carattere nazionale è programmata a Roma con inizio alle ore 13 davanti alla sede di Federfarma, l’associazione sindacale dei titolari di farmacia, in via Emanuele Filiberto 190.

        L’evento è contro «lo sfruttamento e l’arrogante comportamento di Federfarma» (il sindacato dei proprietari di farmacia). La giornata di sciopero è stata proclamata da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil in risposta «all’arrogante comportamento di Federfarma» nella trattativa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. I proprietari di farmacia, «oltre a manovrare per chiudere tutti gli spazi ad una libera e sana concorrenza, impedendo così vantaggi per i cittadini e per la professionalità nel settore della distribuzione del farmaco, umiliano ulteriormente i dipendenti, con comportamenti e salario concepibili solo in un regime schiavista».

        «Le richieste sindacali sono: orari compatibili con le normali esigenze della vita sociale e legate alla famiglia, dare dignità economica alla professionalità di chi lavora in farmacia, riconoscimento della necessità di formazione continua, indispensabile per svolgere anche il ruolo sociale di tutela alla salute pubblica, riconoscimento come per altri settori della previdenza complementare ed assistenziale. Ma Federfarma ha risposto: massima flessibilità oraria fino a 50 ore settimanali e aumento di 8 euro mensili per l’indennità speciale quadri».