Farmacie comunali a Modena: vendute azioni a 112 famiglie

24/07/2002


1) Farmacie comunali a Modena: vendute azioni a 112 famiglie

2) Farmacie, piazzato 88% delle azioni in vendita

24 Ore
mercoledì 24 luglio 2002, S. Cristina
   
Farmacie comunali a Modena:
vendute azioni a 112 famiglie

MODENA. Sono state 1047 le azioni di Fcm (Farmacie comunali di Modena spa) acquistate nell’offerta pubblica, che si è svolta la settimana scorsa. Le azioni messe in vendita dal Comune, in quella che è stata la prima operazione di questo tipo realizzata a Modena, erano in tutto 1198, pari al 9,58% del capitale complessivo.
Il valore di ogni azione era infatti cospicuo, 2559,70 euro l’una.
Dunque l’operazione si è conclusa con una sottoscrizione pari all’88% circa della quota offerta, con un incasso da parte dell’ente pubblico che sarà di circa due milioni e 680mila euro.
Del totale, 972 azioni sono state richieste da 112 residenti del Comune di Modena. Cinquantatré azioni sono state acquistate da nove dipendenti del Comune e 22 azioni da parte di quattro dipendenti delle farmacie.
In base a quanto è stato stabilito per l’ ingresso dei privati nella gestione delle farmacie, le quote non assegnate in questa operazione (in tutto 151) saranno ora acquistate da Pharmacoop srl, ovvero il partner privato che già detiene il 38,90% di Fcm.
"Il risultato dell’operazione è dal nostro punto di vista più che positivo – osserva soddisfatto il sindaco Giuliano Barbolini – Si trattava in assoluto della prima operazione di vendita di titoli, rivolta direttamente ai cittadini, da parte del Comune. Tale operazione è arrivata in una fase estremamente delicata dei mercati finanziari: se consideriamo questa pesante congiuntura, e la durata del collocamento (solo una settimana), il fatto che quasi il novanta per cento dei titoli sia stato acquistato è davvero un segno di fiducia rispetto alla solidità della società che gestisce le Farmacie comunali". Di questa società, da quanto riferisce il sindaco, il Comune, ultimate le procedure legate a questa fase di vendita, si ritroverà a detenere una quota



Invendute 151 quote: adesso verranno rilevate dal partner privato che mesi fa ha acquistato una quota della nuova spa con il Comune
Farmacie, piazzato 88% delle azioni in vendita

Incassi per 2 milioni 680mila . Il sindaco: vista la crisi del mercato è un successo

Sono 1047 le azioni di Fcm (Farmacie comunali di Modena spa) acquistate da parte di 125 richiedenti, tra cittadini residenti, dipendenti comunali e delle farmacie stesse. Le azioni offerte in vendita da parte del Comune, nella prima operazione di questo tipo realizzata a Modena, erano in tutto 1198, pari al 9,58% del capitale complessivo. Dunque l’operazione si è conclusa con una sottoscrizione pari all’88% circa della quota offerta, e un incasso da parte del Comune di circa 2 milioni e 680 mila euro (il valore di ogni azione era di 2559,70 euro).
«Il risultato dell’operazione è dal nostro punto di vista più che positivo – spiega il sindaco Giuliano Barbolini – Si trattava in assoluto della prima operazione di vendita di titoli, rivolta direttamente ai cittadini, da parte del Comune. Tale operazione è arrivata in una fase estremamente delicata dei mercati finanziari nazionali e internazionali, che, come rilevato da tecnici ed operatori, non ha favorito la propensione all’investimento in generale. Anzi, proprio considerando questa pesante congiuntura, e il fatto che l’operazione di collocamento è durata solo una settimana, il fatto che quasi il 90% dei titoli sia stato acquistato è davvero un segno di fiducia rispetto alla solidità della società che gestisce le Farmacie comunali. Di questa società il Comune, ultimate le procedure legate a questa fase, si ritroverà a detenere una quota del 50,88%».
Le azioni sottoscritte (ricordiamo che per farlo occorreva rivolgersi alle filiali della Banca Popolare dell’Emilia o del Banco di San Geminiano e San Prospero) sono quindi così suddivise: 972 azioni sono state richieste da 112 residenti del Comune di Modena, 53 azioni da parte di nove dipendenti del Comune di Modena e 22 azioni da parte di quattro dipendenti delle Farmacie stesse.
In base a quanto stabilito all’avvio del complesso iter di costituzione della spa e di ingresso dei privati, le quote non assegnate in questa operazione (che sono state 151, cioè la differenza tra 1198 e le 1047 azioni assegnate) saranno ora acquistate da Pharmacoop srl, ovvero il partner privato individuato nei mesi scorsi mediante gara di evidenza pubblica, che già detiene il 38,904 di Fcm.