Fammoni nominato segretario confederale

09/07/2004




venerdì 9 luglio 2004

Cgil

Fammoni nominato segretario confederale

MILANO Fulvio Fammoni è stato eletto ieri dal Comitato direttivo della Cgil segretario confederale. Il parlamentino della confederazione, riunito per un esame della situazione politica e sindacale ha dunque accolto la proposta della segreteria nazionale, eleggendo Fammoni a larghissima maggioranza, l’86%, con la consueta procedura dello scrutinio segreto. Il nuovo segretario subentra all’uscente Giuseppe Casadio, che aveva dato la disponibilità ad anticipare il suo avvicendamento, e che è diventato, nel frattempo, presidente dell’Associazione per il centenario della Cgil. Con il nuovo ingresso – spiega una nota della Cgil – rimane perciò inalterato nel numero di 12 componenti il massimo organismo esecutivo della Cgil. Ad affiancare il lavoro del segretario generale, Guglielmo Epifani, sono: Paola Agnello Modica, Carla Cantone, Titti Di Salvo, Fulvio Fammoni, Mauro Guzzonato, Marigia Maulucci, Paolo Nerozzi, Achille Passoni, Gian Paolo Patta, Morena Piccinini, Nicoletta Rocchi.

Nato a Borgo San Lorenzo (Firenze) nel 1955, ma bolognese di adozione, Fammoni è stato fino a due settimane fa il segretario generale dei lavoratori della comunicazione (Slc-Cgil). Dopo aver cominciato la sua attività sindacale nella Cgil dell’Emilia Romagna, curando i rapporti con la stampa, nel 1980, passa poi alla Funzione pubblica regionale, di cui assume la guida nell’88. Nel ’92 viene chiamato alla segreteria della Cgil dell’Emilia Romagna ad occuparsi delle politiche del Welfare, e dopo altri quattro anni, Fammoni viene eletto alla guida della Slc, una categoria che nasce con lui e che fonde le preesistenti strutture della Filis (informazione e spettacolo) e della Filpt (poste e telefonia). L’ultima battaglia del suo mandato in Slc è quella che lo vede impegnato a difesa della libertà di informazione nel nostro Paese.