Fa gola il business del «Bingo»: 1.300 in lizza per gestire 420 sale

23/01/2001

loghino.gif (3272 byte)

ombraban.gif (478 byte)


Martedì 23 Gennaio 2001
italia – economia
pagina 12


Fa gola il business del «Bingo»: 1.300 in lizza per gestire 420 sale

ROMA Si sono chiusi ieri i termini per la gara relativa alla gestione del Bingo, la tombola su cui il ministero delle Finanze punta per rilanciare le entrate legate ai giochi. Le domande per ottenere la concessione sono state 1.350. In totale è prevista l’apertura di 800 sale, di cui però solo 420 quest’anno. Il giro d’affari lordo previsto a regime sarà di 8mila miliardi. Il 58% delle giocate costituirá il montepremi che verrá diviso tra i giocatori che vinceranno, mentre il restante 42% sarà così ripartito: all’Erario il 20%, ai Monopoli il 3,8% per le attivitá di controllo e ai gestori delle sale il 18,2%.

Circa 400 domande sarebbero state presentate sotto l’egida di Formula Bingo, la società che ha come soci di riferimento Confcommercio e Confesercenti. Aver presentato più di 400 domande rappresenta «un risultato molto positivo», ha detto il vicepresidente di FormulaBingo, Luciano Consoli, che ha sottolineato come esercenti dei settori del commercio, del turismo e delle discoteche così si «affaccino, per la prima volta, sul mondo del gioco per famiglie».

Rilevante anche il ruolo di Snai, che ha creato, per offrire servizi ai concorrenti per le sale gioco, un nuovo marchio, Bingosnai. «Abbiamo presentato circa 280 offerte — ha detto Maurizio Ughi, presidente e amministratore delegato — Nell’istruire le offerte, BingoSnai ha lavorato sodo, operando anche una rigorosa selezione». Infatti, ha spiegato Ughi, sono circa 150 i potenziali gestori ai quali «abbiamo sconsigliato di concorrere perchè a nostro parere non vi erano i requisiti per la concessione».

Dal 31 gennaio, data nella quale si insedierà la Commissione che deve aggiudicare le sale, i concorrenti si attendono tempi piuttosto rapidi: dagli otto ai 15 giorni per la selezione delle domande. Dal momento della sottoscrizione con i Monopoli ci sono 150 giorni per allestire le sale. Dunque a settembre 2001 si potrà giocare al Bingo anche in Italia. Sarà infatti quella la data di apertura delle prime sale, che saranno totalmente disponibili su tutto il territorio solo nel febbraio 2002.

R.E.