Ex LSU – Richiesta incontro Miur 20.01.2009

Roma 20 gennaio 2009

On. Mariastella Gelmini
Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca
viale Trastevere, 76/A
00153 ROMA

Ministero dell’Istruzione dell’Università
e della Ricerca
c.a. Dott. Testa
Capo Dipartimento Programmazione
Viale Trastevere, 76/A

00153 ROMA


Ministero dell’Istruzione dell’Università
e della Ricerca

              c.a Dott. Cosentino
              Capo Dipartimento dell’istruzione

Viale Trastevere, 76/A
00153 ROMA

e p.c.

Ancst – Legacoop

Federlavoro – Confcooperative

Anip – Fise

Consorzio CICLAT Bologna

Consorzio CNS Bologna

Consorzio MANITAL Ivrea

Consorzio MILES Roma

Commissione di Garanzia

Oggetto: Richiesta di incontro su situazione lavoratori ex LSU stabilizzati -

È sicuramente nota la gravità inerente la situazione dei lavoratori ex LSU stabilizzati.

Le risorse messe a disposizione per questa realtà nel Dlgs 185 del 29 novembre 2009 risultano insufficienti, ed inadeguate rispetto quanto previsto dagli accordi vigenti e quanto stanziato negli anni precedenti.

Nei recenti incontri con il MIUR, oltre alla manifestata necessità di reperire e garantire le risorse economiche sufficienti, in ogni caso utili a rispondere positivamente alle esigenze dell’occupazione e del reddito dei lavoratori e congrue, rispetto quanto previsto dagli accordi esistenti, per le imprese, era stata concordata l’attivazione di un tavolo di confronto tecnico tra MIUR, Organizzazioni Sindacali e Consorzi.

A questo scopo, nei citati incontri, il MIUR aveva assicurato l’avvio del tavolo tecnico nella prima metà del mese di gennaio 2009.

Ad oggi nonostante reiterate richieste del sindacato, ancora non è stata convocata alcuna riunione, mentre le imprese del settore, come tempestivamente segnalato al MIUR, hanno nuovamente attivato le procedure di licenziamento collettivo del personale.

Con la presente siamo quindi a chiedere nuovamente e con la massima urgenza, il suddetto incontro.

Vi evidenziamo comunque che i continui ritardi e la gravità della situazione, hanno di fatto imposto al Sindacato la necessità di attivare iniziative a sostegno della vertenza che, rammentiamo, interessa circa 14000 lavoratori, ed allo scopo le OO.SS. Nazionali hanno stabilito un pacchetto di 8 ( otto ) ore di sciopero che saranno gestite dalle strutture territoriali nel rispetto di tutte le procedure previste dalla normativa vigente.

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTRASPORTI-UIL
C. Caravella G. Pirulli U. Conti