EX Lsu, esito incontro Ministero del Lavoro accordo CIG in deroga 12/07/2011

Roma, 12 luglio 2011

Si è svolto in data odierna, 12.07.2011, l’incontro presso il Ministero del Lavoro, alla presenza del Miur e il Ministero degli Affari Regionali, per definire l’accordo relativo alla Cassa Integrazione Guadagni in deroga in applicazione dell’accordo quadro raggiunto il 14 giugno 2011.

Il Ministero del Lavoro nell’incontro ha comunicato che per l’anno 2011, al fine di assicurare l’attuazione dell’accordo raggiunto il 14.06.2011, la totalità della copertura delle risorse necessarie per la Cig saranno a carico del Governo, vista la difficoltà manifestate dalle Regioni di sopperire per la parte di propria competenza.

La Cig in deroga verrà attuata dal 01.07.2011 fino al 03.09.2011 definendo che le 65 giornate stabilite nell’accordo del 14.06.2011 sono di calendario pertanto si esaurisce il ricorso alla cassa per il 2011 nel periodo sopra indicato.

Per quanto riguarda l’indennità di cassa Integrazione le aziende hanno richiesto che vi sia il pagamento diretto da parte dell’Inps, con l’inoltro delle domande di anticipazione dell’indennità stessa.

Tale condizione è stata determinata dal presupposto che per avere l’erogazione diretta da parte delle imprese, le stesse dovevano essere tutte concordi nel liquidare l’indennità a nome e per conto dell’Inps, essendo l’accordo raggiunto un unico accordo valido per tutte le aziende coinvolte.

Dato che alcune imprese non hanno sufficiente capienza per la compensazione del versamento contributivo utile per anticipare il trattamento di Cig e che per il periodo luglio-agosto 2011 non vedranno riconosciuto alcun compenso dalle scuole stante la sospensione delle attività di servizi prestati, le stesse non raggiunto un accordo unanime nell’anticipare i trattamenti.

Inoltre, visto che vi sono alcune società che ancora oggi scontano ritardi nei pagamenti degli stipendi, anche a fronte del ritardo da parte del Miur nel saldo delle fatture, abbiamo ritenuto anche per parte nostra che vi potesse essere un rischio di non vedersi liquidata l’indennità di Cig alle scadenze naturali.

Il Ministero del Lavoro ha altresì confermato di aver sollecitato tutti soggetti istituzionali coinvolti affinchè le procedure di Cig relative alla vertenza degli Ex Lsu vengano immediatamente esperite, così come le imprese si sono impegnate ad avviare entro pochi giorni tutta la documentazione necessaria per permettere l’anticipazione dell’indennità di Cassa Integrazione da parte delle Inps di competenza.

Per poter verificare e controllare che le imprese abbiano effettuato tutte le comunicazioni e gli adempimenti previsti dalla procedura di legge per ottenere l’anticipazione delle indennità da parte dell’Inps si è previsto nell’accordo raggiunto a latere con i Consorzi, muniti di deleghe e procure delle società interessate, che vi sarà un prossimo incontro già il 27 p.v..

Nel medesimo verbale si è previsto un secondo incontro da tenersi entro il mese di agosto per verificare ed intervenire in caso di ritardi nel pagamento diretto da parte dell’Inps.

Purtroppo non si è riusciti a prevedere il ricorso alle ferie durante il periodo definito di Cig, in quanto le ferie avrebbero determinato il non esaurimento dei 65 giorni previsti nell’accordo raggiunto il 14.06.2011, prolungando i termini temporali della Cig oltre il 03.09.2011.

Come previsto dalla normativa e per evitare problemi nel pagamento dell’anticipazione dell’indennità di Cig da parte dell’Inps, i lavoratori dovranno recarsi immediatamente presso i Centri per l’Impiego per dare la disponibilità al lavoro o alla formazione.

Per quanto riguarda le suindicate disponibilità possiamo presumere che in questi due mesi difficilmente i lavoratori verranno chiamati per altre attività lavorative o per l’effettuazione di corsi di formazione, stante il breve periodo, ed essendo questa una delle motivazioni che non ha permesso alle Regioni di potersi attivare direttamente a sostenere la Cig in deroga richiesta. Ciò non toglie che in ogni caso la disponibilità va comunque fornita pena il non pagamento dell’indennità.

Nel verbale a latere raggiunto con i Consorzi, che è parte integrante del verbale del Ministero del Lavoro, si è altresì definito il pagamento da parte di tutte le imprese di tutte le retribuzioni maturate al 30.06.2011, compresa la 14ma entro il 20.07.2011.

Nel medesimo verbale si è definito che per tutti i lavoratori coinvolti nella Cig, le imprese provvederanno attraverso l’emissione della busta paga di luglio 2011 alla regolarizzazione degli adempimenti fiscali derivanti dalla presentazione dei modelli 730/2011.

I Consorzi si sono impegnati a fornire alle imprese coinvolte le informazioni relative alle modalità procedurali da adempiere per l’attivazione della Cig.

Sia nel verbale del Ministero del Lavoro che in quello a latere si è definito che le imprese attiveranno le procedure di mobilità finalizzate all’accompagnamento al pensionamento del personale in possesso dei requisiti di quiescenza, come previsto dall’accordo raggiunto il 14.06.2011.

È evidente che la situazione andrà costantemente monitorata pertanto vi invitiamo a segnalarci eventuali problemi che potessero sorgere e ad inviarci tutte le segnalazioni sulle imprese in ritardo con i pagamenti delle retribuzioni al fine di avere un quadro completo per attivare le iniziative del caso.

p. La Filcams – CGIL Nazionale
Elisa Camellini

All. 1 Verbale accordo ministero-accordo consorzi