Ex Lsu – Appalti storici, rinvio incontro miur, nota direttiva miur n.103

Roma, 11 febbraio 2011

L’incontro previsto il 10 u. s. con il Miur non si è svolto e dalle comunicazioni intercorse per le vie brevi ci hanno informato che è rinviato alla prossima settimana, pur non avendo ancora definito il giorno specifico.

Nei giorni scorsi, come sapete, è stata resa nota la Direttiva del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n. 103 del 30.12.2010, che conferma la proroga dei contratti di appalto, in essere e in scadenza, fino al 30.06.2011 ed inoltre definisce le risorse economiche e le modalità con cui gli Istituti Scolastici dovranno gestire i servizi di pulizia terziarizzati dal prossimo anno scolastico 2011/2012 nonché per i successivi.

La Direttiva non solo contrasta con il percorso individuato negli ultimi due incontri svolti al Miur, rispetto all’impegno al confronto tra le parti sociali sulle modalità e i contenuti delle nuove gare di appalto, ma contrasta anche con la normativa vigente in materia di appalti pubblici, oltre a ridurre drasticamente le risorse economiche da utilizzare come base di gara d’appalto.

Sono evidenti le ripercussioni che si avranno, in base a quanto definito nella Direttiva, sia sulle imprese ma soprattutto sulle lavoratrici e lavoratori, va detto però che allo stato attuale la Direttiva non è ancora stata approvata dalla Corte dei Conti, quindi non ha ancora piena applicabilità.

A fronte di tutto quanto sopra descritto e la gravità della situazione che si prospetta il 09.02.2011 si è svolto un incontro congiunto con le Associazioni Datoriali per valutare gli interventi e le iniziative da attivare per contrastare gli effetti che la Direttiva può produrre.

Nell’ambito dell’incontro si è deciso un percorso che vedrà avviare alcune iniziative in modo congiunto e altre di carattere solo sindacale.

Per quanto riguarda le azioni congiunte abbiamo definito di attivare tutti i canali utili per riuscire ad avere l’incontro con la Presidenza del Consiglio, è già stato inviato un comunicato stampa e non appena avremo la data dell’incontro al Miur si organizzerà per il giorno successivo una conferenza stampa.
Si è condiviso, altresì, di fare verificare il testo della Direttiva anche dai legali essendo già evidente da una prima lettura che diversi elementi dei contenuti vanno in contrasto con la normativa vigente, ad esempio relativamente ad alcuni aspetti di applicazione del Regolamento Attuativo e del Codice degli Appalti, nonché alla Legge 136/2010 (Antimafia).

La situazione è dunque particolarmente grave e la vertenza si articolerà certamente per diversi mesi quindi le OO.SS. hanno altresì concordato un piano di iniziative sindacali tale da permettere incisività e la massima partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori del settore.

Come prima iniziativa sindacale si è concordato di fare una manifestazione nazionale, in merito alla quale nei prossimi giorni forniremo comunicazioni e dettagli, successivamente, in assenza di certezze e con il permanere di questa grave situazione, verranno proclamate altre e più incisive iniziative ivi compreso lo sciopero del settore.

Ovviamente è necessario che sul piano territoriale vengano attivate tutte le iniziative utili a sostenere la vertenza, soprattutto per creare la maggiore visibilità possibile, e il coinvolgimento di tutte le Istituzioni e le forze politiche perché intervengano in merito a tutti i livelli.

Vi terremo tempestivamente informati sull’evoluzione della situazione, nonché della gestione e attuazione dei vari interventi già oggi decisi.

p. La Filcams – CGIL Nazionale
Elisa Camellini

All. 1 Comunicato stampa