Ex Lsu Appalti Storici, Esito incontro 16/04/2014

Roma, 18 aprile 2014

TESTO UNITARIO

il 16 u. s. si è svolto, presso il Ministero del Lavoro, il programmato incontro per definire l’accordo di attivazione della CIG in deroga riferita al periodo 1 aprile – 30 giugno 2014 ed in base alle finalità stabilite dall’accordo quadro sottoscritto in data 28.03.2014.

Nell’incontro abbiamo sottolineato l’importanza, in particolare nel periodo di Cig in deroga e di formazione del personale, di assicurare le condizioni sufficienti per la continuità dei servizi di pulizia e quindi di programmare in base alle effettive necessità il ricorso alla Cassa.

Al fine di tarare correttamente la Cig in deroga si è convenuto sull’utilità di avviare processi di ottimizzazione rispetto alla distribuzione del personale nelle diverse scuole dove vengono richieste le prestazioni di servizio, utilizzando i criteri previsti dagli accordi già precedentemente sottoscritti nel settore, tutto ciò fine di evitare che le imprese ricorrano ad assunzioni esterne e facendo in modo che il lavoro che c’è sia distribuito tra gli attuali occupati.

Nel proseguo della discussione, le imprese hanno fornito i dati relativi al numero dei lavoratori assunti in forza, il numero dei lavoratori interessati dalla CIG in deroga ambedue rapportati a Full-Time equivalenti e le ore di CIG settimanali prospettate, nonchè la corrispondente percentuale di riduzione.

Abbiamo, inoltre, evidenziato che nel periodo di CIG vi sia il rispetto di quanto stabilito nell’accordo del 28 marzo u.s., relativamente al criterio della rotazione, tenendo conto anche delle particolari, oggettive, diverse situazioni dei lavoratori, che le parti verificheranno.

Abbiamo, altresì, rinnovato la richiesta di avere riconosciuto il pagamento anticipato, da parte delle imprese, dell’indennità di Cassa Integrazione.

Su questo aspetto, dopo aver avuto l’assicurazione da parte del Ministero riguardo una attenzione particolare per rendere il più celere possibile la definizione del decreto, le imprese si sono riservate di dare risposta, dopo un ulteriore approfondimento, nel corso dell’incontro del 5 p. v. presso il Ministero del Lavoro.

Nell’ambito del confronto abbiamo nuovamente sollecitato, le imprese a proseguire nella ridefinizione e nel completamento dei contratti individuali di lavoro alle condizioni stabilite dall’accordo del 28 marzo 2014.

A fronte dell’impossibilità di proseguire l’incontro da parte del Ministero del Lavoro, per ragioni organizzative interne allo stesso, la riunione è stata aggiornata al 05.05.2014 in sede ministeriale.

Raccogliendo, nell’occasione, l’invito del Ministero del Lavoro a proseguire tra le parti il confronto, nel periodo intercorrente fino al 5 p. v., si è convenuto con le imprese di rivederci nella mattinata seguente per continuare ad approfondire alcuni aspetti della discussione avviata e programmare gli ulteriori incontri finalizzati utili a definire le condizioni per l’accordo complessivo.

In ogni caso per rispondere alle specifiche situazioni e particolati problematiche che si stanno evidenziando a livello locale dovranno essere attivati confronti territoriali, soprattutto relativi all’attivazione dei percorsi di ottimizzazione che permettano una corretta gestione della cassa, che verrà definita a livello nazionale, nonché mantenere i corretti livelli dei servizi di pulizia.

P. Filcams Cgil Nazionale
Elisa Camellini