Ex Lsu Appalti Storici, Comunicato sindacale 19/03/2014

ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI EX LSU E APPALTI STORICI
COMUNICATO SINDACALE

A pochi giorni dalla scadenza delle disposizioni contenute nell’articolo 1 comma 748 della legge di stabilità 2014, che prevede la prosecuzione fino al 31.03.2014 degli appalti delle pulizie e dei servizi ausiliari alle condizioni di dicembre 2013 al fine di trovare soluzioni occupazionali per i lavoratori Ex Lsu e cd Appalti Storici, ancora non è giunta una convocazione ufficiale per la riattivazione del Tavolo Governativo previsto specificatamente dalla norma sopra richiamata.

A fronte delle situazioni che si sono determinate, non risultano sufficienti le quotidiane dichiarazioni rilasciate dal Governo e dai Ministri interessati che manifestano la concreta volontà di dare soluzione positiva alla vertenza.

Il tavolo di confronto è ormai urgente e inderogabile, per dare risposte concrete e definire le soluzioni necessarie ad assicurare la tutela dell’occupazione dei lavoratori Ex Lsu ed Appalti Storici e per garantire agli Istituti scolastici servizi rispondenti al mantenimento di corretti livelli di sicurezza e salubrità degli stessi ambienti.

Per sostenere le rivendicazioni dei lavoratori, i Segretari Generali di Filcams, Fisascat, Uiltrasporti, hanno denunciato che “L’ulteriore ritardo della convocazione e, soprattutto, l’assenza delle soluzioni stabilite dalla legge di stabilità e dalla successiva proroga del medesimo articolato legislativo, non solo costituiscono precise violazioni delle norme ma rischiano di creare conseguenze gravissime sui lavoratori, sul servizio e sugli istituti scolastici stessi ”.

Infatti, come già più volte contestato dalle OO.SS., in molti territori dove sono state attivate le convenzioni CONSIP, le imprese hanno ridotto coattivamente gli orari dei lavoratori, nonostante le disposizioni fissate nella suddetta proroga e si sono avute gravi ricadute sulle condizioni di vita e di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti ed inevitabilmente si sono determinati gravi disservizi per le scuole.

Nei territori dove non è ancora attiva la convenzione CONSIP il rischio dei possibili, imminenti, licenziamenti sta generando altresì tensioni sempre più forti.

In considerazione di quanto potrà accadere dal 1 aprile 2014, cioè al termine della citata ulteriore proroga fissata dell’articolo 1 comma 748 della legge di stabilità 2014, le risposte risultano ormai non più rinviabili.

Viste le gravissime condizioni denunciate, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltrasporti-Uil, proseguiranno nelle iniziative di lotta, di denuncia e di sostegno alle rivendicazioni delle 24000 lavoratrici e lavoratori Ex Lsu e Appalti Storici.

Pertanto nella giornata del 25 marzo 2014, verranno effettuate manifestazioni locali in tutti i territori per rivendicare il rispetto degli impegni assunti dal Governo e le soluzioni ai problemi occupazionali delle lavoratrici e dei lavoratori Ex Lsu e Appalti Storici.

Filcams-Cgil Fisascat-Cisl Uiltrasporti-Uil

Roma, 19.03.2014