Europa 2000-Prontogros in liquidazione e concordato preventivo, comunicato sindacale 25/05/2011

EUROPA 2000 PRONTOGROS IN LIQUIDAZIONE
COMUNICATO SINDACALE UNITARIO

In data 25 maggio 2011 presso il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali è stato espletato l’esame congiunto e sottoscritto l’accordo per la concessione del trattamento di CIGS per procedura concorsuale della società Europa 2000-Prontogros.
La CIGS, che sarà pagata direttamente da parte dell’INPS, avrà durata di 12 mesi a decorrere dal 05 aprile 2011 al 04 aprile 2012.
Le OO. SS. hanno già avanzato richiesta ai Commissari Giudiziali di prevedere la proroga prevista dalla normativa vigente al termine dei 12 mesi di CIGS previsti nell’intesa sottoscritta.
Vi informiamo, inoltre, che in data 05 aprile 2011 il Tribunale di Ravenna ha dichiarato aperta la procedura di Concordato Preventivo della società Europa 2000-Prontogros fissando l’udienza dei creditori al 21 luglio 2011. Rammentiamo che i dipendenti, in quanto creditori privilegiati per i quali l’azienda si è impegnata per il pagamento integrale dei crediti, non devono partecipare al voto, pena la decadenza del privilegio.
Al fine di chiarire alcuni aspetti procedurali del concordato preventivo,in data 13 maggio 2011 si è svolto un incontro tra l’azienda, le Organizzazioni Sindacali, i Commissari Giudiziali nominati dal Tribunale e il loro consulente del lavoro.
I Commissari ci hanno riferito che, non essendoci in questa fase alcun accertamento giudiziale del credito, i lavoratori non sono obbligati a confermare i crediti ma possono farlo se ritengono che le buste paga non siano corrette, individualmente o con l’assistenza delle strutture territoriali, compilando l’allegato mod. “C” che hanno ricevuto nella comunicazione inviata dai Commissari Giudiziali a tutti i dipendenti. I crediti oggetto del concordato sono riferiti al periodo ottobre 2010 -04 aprile 2011 (o minor periodo in caso di anticipata risoluzione del rapporto di lavoro) e più dettagliatamente, oltre alle mensilità arretrate, ratei di 13° e 14°, ferie e permessi maturati e non goduti, TFR, altri emolumenti (diarie, rimborsi, provvigioni, ecc).
I crediti vanno precisati al lordo Irpef (con esclusione di diarie e rimborsi che vanno imputati al netto).
Tenuto conto che ad oggi non risulta ancora decretato dal Ministero del Lavoro la CIGS per il periodo dicembre 2010 – gennaio 2011, consigliamo di precisare il credito di questi due mesi imputandolo al 100% a carico dell’azienda anche in caso di sospensione dal lavoro parziale o totale per CIGS.
Ovviamente dal totale dei crediti vanno detratti gli eventuali acconti ricevuti (il primo di € 500 e il secondo di € 400 di imponibile fiscale).
Possono precisare il credito anche i dipendenti delle filiali oggetto di affitto di ramo d’azienda per il periodo ottobre 2010 – data di affitto di ramo d’azienda a Centro gamma o Vender.
A disposizione per ulteriori chiarimenti distinti saluti.
Cordiali saluti.

p/la Filcams-CGILp/la Fisascat-CISLp/la Uiltucs-UIL
Paolo BalestraAndrea BartoliCarlo Sama