Europa 2000 – Prontogros, esito incontro 30/07/2010

Roma, 10 agosto 2010

Testo Unitario

in data 30 luglio 2010 è avvenuto il previsto incontro con Europa 2000 Prontogros durante il quale l’azienda ha evidenziato una situazione di difficoltà non prevista dovuta agli insoluti del mese di giugno che hanno causato una mancanza di liquidità con il conseguente slittamento del pagamento della quattordicesima a fine settembre, primi di ottobre. Viene confermato il pagamento della mensilità di luglio al 10 agosto.

Resta immutato l’impegno della Direzione aziendale nella prosecuzione dell’attuazione del piano industriale che – al momento – ha ottenuto il consenso di tre istituti di credito su quattro (il quarto si pronuncerà entro settembre) oltre ad un investimento diretto da parte del Centro Gamma per circa 6 milioni di euro di merce fornita, che complessivamente forniscono segnali positivi rispetto alla volontà di garantire la continuità e la tenuta dell’azienda nel tempo.

L’azienda ha inoltre fornito le seguenti comunicazioni a) cessione dell’impresa collocata nel territorio di S.Marino in favore di Consorzio Impresa Edile; b) la chiusura della filiale di Bologna al 31 dicembre 2010 e il conseguente accorpamento con la filiale di Castenaso in una nuova sede in fase di individuazione; c) che gli investimenti sulla filiale di Rimini avverranno a seguito dell’erogazione del finanziamento bancario previsto; d) il rientro delle filiali del MAM in Europa 2000 Prontogros a partire dal 01 gennaio 2011; e) che non vi saranno ulteriori chiusure o cessioni di filiali.

A fronte della necessità coprire la carenza di alcune figure professionali dovute ai recenti esodi volontari, le parti hanno concordato che, in assenza di disponibilità tra il personale attualmente in CIGS a zero ore senza rotazione, l’azienda potrà avvalersi di assunzioni a tempo determinato o – in subordine – di lavoratori interinali previo coinvolgimento di RSU ed OO.SS. territoriali.

Stante la necessità di equilibrare l’esigenza di smaltimento delle ferie di taluni lavoratori e di garantire all’azienda la copertura della CIGS, per il periodo dal 07 agosto 2010 al 21 agosto 2010 abbiamo convenuto che i lavoratori in CIGS a zero ore senza rotazione non utilizzeranno ferie così come coloro i quali saranno posti in CIGS a rotazione. A tutti i lavoratori non interessati dalla CIGS verranno autorizzate ferie o in subordine l’utilizzo di ore di permesso e, in caso di incapienza, collocati in CIGS.

Una volta ricevuto il decreto definitivo di autorizzazione CIGS l’azienda si è dichiarata disponibile ad affrontare i casi di lavoratori con un consistente residuo di ferie e permessi maturati e non goduti nell’ottica di un loro smaltimento

Il prossimo incontro con la Direzione aziendale avverrà all’inizio di settembre al fine di monitorare attentamente lo stato della situazione.

                              p. La Filcams Cgil
                              Daria Banchieri