Euromercato, Generale Supermercati, trasferimento azienda art. 47 L. 428/90, Accordo 16/03/1995

VERBALE DI RIUNIONE

Il giorno 16/3/1995 in Milano si sono incontrati i rappresentanti di:

-Euromercato S.p.a. del Gruppo Standa sigg.ri Fabiano Giorgi e Pio Giornofelice;
-Generale Supermercati S.p.a. sigg.ri Livio Buttignol e Riccardo Tamburini; e per le Organizzazioni Sindacali Nazionali;

- FILCAMS- CGIL sig. Luigi Piacenti, FISASCAT- CISL sig. Maria Pantile, UILTUCS-UIL sig. Salvatore Caronia

Ai fini degli adempimenti di cui all’art. 47 della Legge 428/90 rivenienti dalla prossima cessione dell’Azienda Euromercato da parte della Euromercato S.p.a. facente parte del Gruppo Standa alla Generale Supermercati S.p.a..
L’euromercato S.p.a. conferma la propria volontà di cedere alla Generale Supermercati S.p.a. le unità produttive/sedi, con il personale in forza alla data di cessione, di: Sede Milano Fiori, Ipermercati di Assago, Carugate, Paderno Dugnano (Lombardia), Tavagnacco (Friuli), Grugliasco (Piemonte), Casalecchio sul Reno (Emilia Romagna), Casoria (Campania).
La Generale Supermercati S.p.a. ha confermato altresì il proprio intendimento ad acquisire la suddetta Azienda composta dalle unità di cui sopra e di applicare l’art. 2112 del C.C. ai fini del trasferimento del personale interessato.
La Generale Supermercati S.p.a. ha peraltro confermato che intende preservare e quindi mantenere, considerata la peculiarità del prodotto Euromercato nonché le valenze commerciali ed organizzative di quest’ultimo, il marchio ed una specifica funzionalità organizzativa, che si concretizzerà nella costituzione di una apposita Divisione denominata “Divisione Euromercato”.
Le Organizzazioni Sindacali nel prendere atto dell’operazione richiedono fin d’ora che successivamente alla concretizzazione della cessione in argomento, si dia avvio, ai vari livelli di competenza, ad un confronto con l’acquirente sulle prospettive di sviluppo, investimenti, occupazione e politiche commerciali per detta Divisione.
La Generale Supermercati S.p.a. si dichiara d’accordo e si impegna a realizzare tale confronto.
Con la firma del presente verbale le Parti dichiarano esperita la procedura di cui all’art. 47 della Legge 428/90.