Eufarma cresce e punta alla borsa

27/02/2007
    martedì 27 febbraio 2007

    Pagina 11 – Mercati e Finanza

    Vuole creare un network di almeno 600 farmacie

      Eufarma cresce e punta alla borsa

      di Eduardo Cagnazzi

        Riunire sotto un unico marchio seicento grandi farmacie italiane, di cui il 50% campane, e aderire poi a un network internazionale. Puntare infine a piazza Affari entro tre-quattro anni. È l’obiettivo di Eufarma, società napoletana presieduta da Raffaele Marzano, che oggi mette in rete una trentina di farmacie con una caratteristica comune: ampi spazi vendita e una significativa immagine sul mercato.

        Per raggiungere l’obiettivo della quotazione, Eufarma si avvarrà dell’assistenza di un gruppo finanziario che entrerà nel capitale assieme a una società leader che opera nella distribuzione farmaceutica e dei parasanitari.

        ´Questa idea’, spiega Marzano, ´nasce dalla liberalizzazione della vendita dei farmaci da banco anche nella gdo. Il decreto Bersani ci ha imposto una sfida, alla quale le farmacie intendono rispondere raggruppandosi per fare massa e con un piano di comunicazione comune’.

        Il progetto comporta, secondo Marzano, una forte rete di distribuzione, un’elevata attenzione alla clientela, professionalità e diffusione capillare sul territorio. Eufarma, che segue le orme di Asfana, cooperativa delle farmacie nata nel 1973 per attuare politiche di acquisto e vendita comuni, sta già producendo grossi risultati. Secondo un’indagine societaria, a cavallo di Capodanno, con un test di vendita di 16 farmaci da banco tramite 350 mila volantini, alcune farmacie hanno aumentato il fatturato su alcune medicine fino al mille per cento.