Esselunga, rispunta l’ipotesi Wal Mart

15/02/2005

    martedì 15 febbraio 2005

    sezione: FINANZA E MERCATI – pagina 35

    SUSSURRI & GRIDA
    Esselunga, rispunta l’ipotesi Wal Mart
    Periodicamente si presentano indiscrezioni sulla possibile cessione di Esselunga. E, periodicamente, le stesse indiscrezioni vengono definite infondate: Bernardo Caprotti non vende e a ottanta primavere è ancora ben alla guida dell’azienda, tanto che sarebbe alla ricerca di nuove location per i suoi supermercati. Anche in questi giorni si susseguono voci su trattative, più o meno velate, per un passaggio di proprietà del gruppo. Con chi? I maggiori indiziati restano sempre gli americani di Wal Mart che hanno già portato avanti negoziati in passato ( anche se senza un risultato concreto), che non sono presenti in Italia e hanno molta cassa a disposizione.

    Ma quanto dovrebbero mettere sul piatto gli americani? Esselunga varrebbe almeno 3,6 miliardi di euro e può contare su una redditività superiore alle altre aziende del settore. Non è un caso che banche d’affari, gruppi finanziari e soggetti industriali ( tra cui le stesse concorrenti Coop) abbiano cercato in questi mesi di capire le reali intenzioni di Caprotti.

    ( C. Fe.)