Esselunga, più manager per Caprotti

14/04/2006
    venerd� 14 aprile 2006

    Pagina 31 – Economia

    Indiscreto

      Esselunga, pi� manager per Caprotti

      (m. ger. ) – Rimpasto nel consiglio di Esselunga dove entrano due manager del gruppo: Carlo Salza e Gabriele Villa. Il rafforzamento da 7 a 9 consiglieri � stato spiegato cos� dal presidente Bernardo Caprotti (nella foto) nell’assemblea convocata per le nomine: �A causa della dichiarata temporanea difficolt�, per motivi di salute, di alcuni membri del consiglio di amministrazione a presenziare alle riunioni del consiglio stesso, si � reso opportuno convocare l’odierna assemblea per assumere le delibere necessarie al fine di garantire il corretto funzionamento dell’organo consiliare�.

      Da mesi si dice che l’Esselunga (4,5 miliardi di ricavi, 14 mila dipendenti, 123 supermercati) sia in vendita, si sa che all’interno della famiglia proprietaria i rapporti sono stati particolarmente tesi (soprattutto tra l’ottantunenne patron e il primogenito Giuseppe), ed � per questo che c’� chi interpreta il rimpasto del consiglio come la volont� di Bernardo Caprotti di circondarsi il pi� possibile di uomini dell’azienda, della sua azienda.

      Tuttavia un membro del cda assicura che il clima � sereno e che i motivi delle nomine sono solo quelli illustrati dal presidente. Comunque oggi il cognome Caprotti non � pi� in maggioranza nel consiglio Esselunga anche se la propriet� e la gestione restano ben salde nelle mani della famiglia e in particolare del fondatore (insieme a Marco Brunelli e Nelson Rockefeller, nel 1957).