Esselunga – esito incontro 22/06/2012

Roma, 24 giugno 2012

Oggetto: Esselunga/ Esito incontro salute sicurezza del 22 giugno

Testo Unitario

Il giorno 22 c.m. si è svolto un incontro a livello Nazionale con Esselunga, avente all’O.d.G. le materie relative alla Salute e Sicurezza sul Lavoro. Incontro voluto dalle OO.SS. al fine di affrontare tali temi nel modo più organico e funzionale alla salvaguardia della salute dei lavoratori, coinvolgendo il Sindacato a tutti i livelli.
L’Azienda ha evidenziato quanto sia per lei importante mantenere un ambiente di lavoro sicuro e salutare, dichiarando che su tale materia vuole investire risorse economiche ed umane, anche attraverso la costituzione di un “dipartimento” dedicato a salute e sicurezza.
All’incontro erano presenti alcune figure che si occuperanno della materia, tra le quali il Responsabile dott. Mandolini, che ha illustrato il Programma di intervento predisposto dall’azienda.
Da quanto illustrato, il Programma prevede obiettivi chiari e misurabili, rivolti a migliorare l’ambiente, l’organizzazione e la salute dei lavoratori.
Lo staff incaricato nell’applicazione e gestione del Programma è composto da: 10 medici competenti, un RSPP e circa 100 ASPP, con la possibilità di utilizzare altre figure tecniche di supporto.
Per quanto riguarda la valutazione dei rischi DVR, il Programma prevede un presidio e una mappa dedicata ad ogni area di rischio, che coinvolge tutti i soggetti interessati, compresi gli RLS aziendali.
Nel Programma è previsto un Progetto di certificazione SGSL con formazione sul sistema in aula.
L’Azienda ha quindi predisposto un Piano di formazione sulla sicurezza triennale 2012-2015, che coinvolge tutto il personale (circa 19.000 lavoratori), che è stato posto all’attenzione dell’Ente Bilaterale Nazionale e da questo apprezzato;il progetto formativo avrà inizio entro il mese di luglio, con un primo corso di 8 ore in aula.
Per quanto riguarda le aziende che operano in appalto, oltre a quanto previsto dalle normative di legge, Esselunga ha dichiarato che stabilirà una più stretta collaborazione tra il responsabile Sicurezza Esselunga ed il responsabile Sicurezza del Cantiere.
Ci sono stati inoltre illustrati i dati relativi agli infortuni in azienda, che evidenziano come i più frequenti siano legati a fattori di distrazione ( circa 12.133 ).
Certamente questo problema dovrà rientrare nelle valutazioni di rischio, predisponendo interventi mirati a ridurne i danni.
Riteniamo importante e positivo il confronto avuto con l’azienda, anche nell’ottica di valorizzare e rafforzare il ruolo attivo e partecipativo del sindacato sulle materie della salute e della sicurezza.
Abbiamo per questo evidenziato all’Azienda che un Progetto così fatto è sicuramente ambizioso ed impegnativo e che potrà essere realizzato al meglio solo se ci sarà il coinvolgimento e il riconoscimento di tutti i soggetti coinvolti, in modo particolare gli RLS Aziendali, facendoli diventare sempre più parte attiva nelle valutazioni e decisioni, così come previsto dalle normative di legge e contrattuali in materia.
Infine proposto all’Azienda di dare continuità al confronto a livello Nazionale, attraverso ulteriori incontri, con modalità che l’Azienda si è resa disponibile a costruire e definire.

Per la Filcams Cgil Nazionale
Lucia Anile