Epifani, una grande forza sociale

29/03/2010

Un dato inequivocabile e non contestabile: “La CGIL è la più grande forza sociale in Italia”. Emerge con forza da queste parole la soddisfazione di Guglielmo Epifani, segretario generale della CGIL, per i dati sul tesseramento 2009 resi noti nei giorni scorsi dal Dipartimento organizzativo della Confederazione. Dati significativi alla vigilia del XVI congresso nazionale per una CGIL in buona salute: 5 milioni 746 mila 167 iscritti, con un l’incremento numerico di 11.312 tesserati (+0,20 per cento). Le lavoratrici e i lavoratori attivi sono 2 milioni 751 mila 964 e segnano un incremento di 22.241 unità (+0,84 per cento) rispetto all’anno precedente. I pensionati sono 2 milioni 994 mila 203, con una lievissima flessione dello 0,02 per cento. Dai dati sugli iscritti alla CGIL, inoltre, emerge un incremento deciso dei lavoratori immigrati, che sono pari al 14 per cento sul totale degli attivi, delle donne e dei giovani precari. “Il risultato ci ha colpito – ha aggiunto Epifani –, ma è il segno di una risposta alla crisi. C’è il bisogno di associarsi per vedere difesi i propri diritti, per poter contare di più, dando così il segno di una partecipazione straordinaria che può generare una stagione di cambiamento”.