Epifani: lo scorporo della delega è inutile

27/06/2004


    27 Giugno 2004

    Epifani: lo scorporo della delega è inutile

    MILANO «I problemi del Sud non si risolvono scorporando o incorporando deleghe ministeriali». Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, riferendosi all’ipotesi che il governo scorpori la delega per il Mezzogiorno attualmente gestita dal ministero dell’Economia.

    «Il problema – ha sottolineato Epifani, a margine di un incontro a Palermo su legalità e sviluppo – è avere buone politiche e avere qualche idea buona, cosa che fino ad adesso non c’è stata».


    «Condivido il ragionamento di Epifani e aggiungo: la scelta di riproporre un ministero del Mezzogiorno rischia di diventare una scenografia di cartapesta per nascondere il deserto che si creerebbe interrompendo bruscamente il processo di sviluppo avviato con la politica degli incentivi alle imprese che investono» è stata la risposta di Ettore Artioli, vicepresidente di Confindustria per il Mezzogiorno e presidente di Confindustria Sicilia.


    Artioli ha anche risposto all’appello lanciato da Epifani alla Confindustria per un impegno comune contro la criminalità. «È vero -ha aggiunto Artioli- lo sviluppo si fa anche con la legalità e su questo fronte siamo già fortemente impegnati, collaboriamo con le istituzioni, promuoviamo al massimo i controlli antiriciclaggio e antifrode soprattutto dopo le vicende Parmalat e Cirio, chiedendo anche con forza misure a tutela dei risparmiatori. Ma è anche vero – ha concluso il vicepresidente di Confindustria – che non c’è sviluppo al Sud senza completare il percorso basato per altri due anni sugli incentivi in vigore».