Epifani: esiste il «cavaliere bianco»?

16/02/2010

In una intervista, il ministro per lo sviluppo economico Claudio Scajola evoca ora un «invito internazionale» per avere altre proposte per la fabbrica Fiat di Termini Imerese, dopo le «8-10 proposte» che afferma di aver già ricevuto. «Spero che si possa rapidamente chiarire il quadro: non vorrei che con il ‘questo sì, questo nò, con il cavaliere bianco che appare e scompare, alla fine non si arrivi a nulla», ha commentato il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani (nella foto a fianco), secondo cui sarebbe meglio affrontare il tema «con più celerità, perché non possiamo lasciare questa grande azienda nell’attuale situazione. La politica degli incentivi deve essere contenuta in una vera politica industriale: prima servono gli obiettivi, poi si danno i soldi». Scajola ha fissato al 5 marzo un incontro per svelare i nomi degli annunciati pretendenti di Termini. Nel frattempo, il sindaco della cittadna siciliana Salvatore Burrafato ha chiesto «a Fiorello, da siciliano libero qual è, di visitare la nostra città e il nostro stabilimento per partecipare alla fiaccolata che si svolgerà venerdì o alla manifestazione di protesta in programma il prossimo 27 febbraio. Sarebbe per noi un gesto importantissimo e una testimonianza di affetto e vicinanza di cui saremmo davvero felici».
Nel frattempo alla Maserati, i sindacati oggi incontrano i vertici dell’azienda. Il consigliere regionale Massimo Mezzetti), presidente della commissione Lavoro, ha chiesto che « l’impegno, annunciato nei giorni scorsi dai vertici della Maserati al sindaco Pighi, di rinunciare allo spostamento della produzione da Modena, sia confermato ai sindacati». «L’ipotesi che la produzione venga spostata allo stabilimento Bertone di Torino – prosegue – rappresenta non solo un colpo duro per le maestranze ma anche una totale mancanza di rispetto nei confronti della città e delle sue istituzioni».