Epifani, Cgil: «Ritiro immediato»

13/11/2003



  oggi




13.11.2003
Epifani, Cgil
«Ritiro immediato»

ROMA «La Cgil esprime sincero e profondo cordoglio alle famiglie dei Carabinieri e dei soldati morti nell’ attentato terrorista a Nassyria in Iraq e solidarietà all’Arma e alle Forze Armate così duramente colpite», afferma in una dichiarazione il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani.
«Oggi – si legge – è il momento del dolore per tutto il Paese e per tutte le lavoratrici e i lavoratori italiani. Domani bisognerà tornare a discutere del senso della presenza delle truppe italiane in quel paese, del ruolo dell’Onu e di quello dell’Europa per trovare soluzione alla tragedia del Medio Oriente. La Cgil, ieri, oggi, domani, continuerà a sostenere con convinzione la propria opinione: il ritiro immediato delle truppe italiane, ancora più tragicamente motivato e una nuova forte assunzione di responsabilità della comunità internazionale, finalizzata al ritiro dall’Iraq di tutte le truppe straniere, all’autogoverno iracheno e alla soluzione del conflitto israelo-palestinese conclude
Epifani».