Epifani almeno telefona

03/05/2006
    mercoled� 3 maggio 2006

      Pagina 3

      CGIL – �MEGLIO FAR FESTA CHE POLEMICHE�

        Epifani almeno telefona
        Riformisti zitti (o quasi)

          A volersi fermare alle agenzie di stampa dell’altro ieri, l’aria che tirava dentro la Cgil nazionale sembrava sconfortante. A esprimere pubblica solidariet� a Onorio Rosati, segretario della pi� grande Camera del lavoro d’Europa, quella di Milano, solo le tre righe dettate da un riformista storico, il presidente dell’Ires Cgil Agostino Megale: �A Rosati la mia piena e totale solidariet�, dicevano.

          Poi, per�, nel mezzo del mega-concertone romano e prima che i tre segretari generali intonassero le note di �W l’Italia� si veniva a sapere che proprio Epifani, le cui parole dettate da Locri erano sembrate glaciali (prima uno sbrigativo �Perch� mi chiedete di Milano?�, poi un lapidario �Quello che � successo � il segno di quante divisioni profonde ha determinato il governo di centrodestra�), aveva telefonato a Rosati, il cui intervento in piazza era s� cominciato tra i fischi (di Prc, Pdci, ma anche di Ds e sinistra Cgil) ma era pur sempre finito tra gli applausi, per esprimergli solidariet�. E che, soprattutto, lo stesso Epifani aveva sostanzialmente avallato l’idea dell’invito bipartisan, anche se probabilmente avrebbe preferito un confronto programmatico e di merito, da parte della Camera del lavoro, coi candidati a sindaco. Sempre l� si capiva che il fine era puntare i riflettori sull’eccezionale successo del corteo di Locri e del concertone di Roma e non su polemiche che avrebbero �oscurato� il senso e la potenza di una festa che, col governo Prodi in arrivo, aveva il sapore della �liberazione�, per la Cgil.

          Forse anche per questo molti riformisti doc preferiscono un atteggiamento “nicodemico”: preferiscono parlar d’altro (�grande festa a Napoli�, �bellissimo comizio a Rieti�…) e, ancora ieri, evitano di pronunciarsi sulla contestazione a Rosati. Pensata e organizzata, nei giorni precedenti, da un’area del tutto minoritaria del suo direttivo (due membri su otto) e delle categorie della sua Camera del lavoro (due su 11, Fiom e Cgil scuola) e dalla minoranza cigiellina lombarda che fa capo alla vecchia Alternativa sindacale (Giacinto Botti) e all’area delle tesi congressuali di Patta e Rinaldini. Referenti politici Rifondazione, Pdci e sinistra Ds.

          Al Riformista dice per� parole nette e chiare un pezzo da novanta della segreteria confederale, il segretario Achille Passoni, vicino a Epifani: �La scelta di Cgil, Cisl e Uil di invitare i candidati sindaci a sfilare il giorno della festa del lavoro � stata giusta e istituzionalmente corretta�. Soprattutto Passoni dice qualcosa in pi�, in merito alle contestazioni interne alla Cgil indirizzate contro Rosati: �Bisogna scindere tra i dissensi dei singoli e quelli organizzati da qualche esponente locale della Cgil che ha pensato a una contestazione organizzata. Un fatto mai visto e sbagliato e che non mi piace. L’importante, comunque, � che Rosati, nient’affatto isolato con Roma, possa contare, come �, sulla grandissima parte dei suoi�.

            Anche dalla politica che oggi sta nei Ds ma viene dalla Cgil riformista arrivano parole nette: il responsabile Lavoro dei Ds Cesare Damiano dice che �il sindacato milanese ha fatto bene a invitare la politica al I maggio, festa di tutti. Sta a chi ha accettato l’invito dimostrare la giusta coerenza�. L’europarlamentare dei Ds e predecessore di Rosati a Milano, Antonio Panzeri, spiega: �Il sindacato invita i soggetti istituzionali per chiedere impegni precisi su Milano, concertazione e dialogo sui temi del lavoro, non vedo dov’� lo scandalo. I problemi restano altri: la piena autonomia da conquistare nei confronti della politica e l’eccessiva subalternit� culturale alla sinistra radicale�. Panzeri un sasso lo tira: �I tanti riformisti in forma privata sono pochi, in pubblico�. Le parole di Passoni, per�, suonano chiare. E Megale avverte: �I tentativi di dividere Rosati da Epifani non hanno senso e chi ci prova si dovr� ricredere�.