Epifani al congedo sciopera da solo

24/05/2010

Guglielmo Epifani chiuderà i suoi otto anni alla guida della Cgil con un nuovo sciopero generale solitario, senza Cisl e Uil? Tutto pare stia andando in questa direzione. Se infatti il congresso della Cgil aveva fatto sperare in un riavvicinamento fra le tre confederazioni, le vicende successive, a partire dagli incontri separati tra governo, Cisl e Uil sulla manovra economica, hanno determinato un nuovo gelo nei rapporti tra Epifani, Raffaele Bonanni (Cisl)
Luigi Angeletti (Uil). È probabile che nell’incontro a Palazzo Chigi, nel quale Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti illustreranno alle parti sociali la correzione dei conti pubblici, i sindacati si divideranno ancora. E la Cgil ha già convocato il suo direttivo per lunedì 7 giugno nel quale deciderà le iniziative di lotta, senza escludere lo sciopero generale, già chiesto esplicitamente da tutta la sinistra Cgil, a cominciare dal leader della Fiom, Gianni Rinaldini e dal segretario della scuola, Mimmo Pantaleo. Del resto, a spingere la Cgil verso la mobilitazione
non c’è solo la manovra economica, ma anche il disegno di legge sull’arbitrato che, nonostante il rinvio alle Camere deciso dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, sta uscendo dal Parlamento con modifiche insufficienti, secondo Epifani. Infine, la riforma dello Statuto dei lavoratori annunciata dal ministro del Lavoro, , offre un altro argomento di polemica alla Cgil.