EPIFANI · «Sciopero generale? La Cgil deciderà da sè»

10/09/2010

Su un eventuale sciopero generale da proclamare per sostenere la mobilitazione dei metalmeccanici «la Cgil deciderà da sola, nel prossimo direttivo». Il segretario generale dell’organizzazione Guglielmo Epifani ha commentato così, ieri, la richiesta ventilata dalle tute blu al comitato centrale di martedì scorso. «La Fiom non ci ha chiesto di scioperare e la Cgil decide come Cgil, e discuterà le sue iniziative nel prossimo direttivo». Epifani ha comunque aggiunto, subito dopo, che lo sciopero dei metalmeccanici indetto dalla Fiom è «una risposta a una decisione unilaterale di disdetta di un contratto. È chiaro – ha spiegato – che una disdetta non aiuta, è uno schiaffo, non un ramoscello di ulivo». Quanto al problema del contratto nazionale, Epifani ha detto che la Cgil «è pronta a discutere quale debba essere il profilo di un contratto nazionale più largo e più leggero ma resta e resterà contraria al principio della derogabilità degli istituti del contratto, per oggi e per domani». Secondo il leader Cgil, «il problema della deroga non va bene, perché se ogni azienda fa le sue richieste, che cosa resta del contratto nazionale?». Infine, secondo Epifani «i rischi per un conflitto sociale e un autunno caldo ci sono: per questo bisogna abbassare, tutti, i toni».