“Enasarco” Arresti domiciliari a Billè

25/09/2006
    sabato 23 settembre 2006

    Pagina 12 – Economia

      Corruzione, arresti domiciliari a Bill�

        Ricucci accusa: tangente di 50 milioni per gli immobili Enasarco

          ELSA VINCI

            ROMA – �Avrei dovuto pagare una tangente…�. Ricucci accusa. E scattano gli arresti domiciliari per corruzione per l�ex presidente di Confcommercio, Sergio Bill�, il presidente di Enasarco, Donato Porreca, e il suo collaboratore Fulvio Gismondi. Perquisizioni e sequestri sono stati fatti presso la sede della cassa di previdenza degli agenti di commercio e nelle abitazioni degli indagati. I provvedimenti sono stati decisi dal gip Sante Spinaci, nell�ambito dell�inchiesta sulla gara di assegnazione di parte del patrimonio immobiliare di Enasarco, su richiesta dei pm romani, Giuseppe Cascini, Rodolfo Sabelli, Giuseppe De Falco. Indagati anche il figlio dell�ex presidente di Confcommercio, Andrea Bill�, e l�imprenditore romano Stefano Ricucci.

            L�inchiesta � partita da uno dei documenti scoperti durante il sequestro dell�archivio segreto di Ricucci a Zagarolo nell�ambito delle indagini sulla scalata al gruppo Rcs. Si tratta di un certificato azionario di Magiste International intestato ad Andrea Bill�. Interrogato il giovane Bill� si era avvalso della facolt� di non rispondere, i suoi avvocati avevano parlato di certificati in deposito per la stipula di polizze assicurative. Soltanto negli ultimi interrogatori a Regina Coeli, poco prima di riconquistare la libert�, l�immobiliarista ha confessato: �S�, � una tangente�. Secondo gli accordi doveva essere di 50 milioni, pari a quasi il 2 per cento dell�intero valore del patrimonio immobiliare Enasarco, che ammonta a circa 3 miliardi di euro. Cos�, �pagando�, secondo l�accusa, Ricucci avrebbe dovuto vincere la gara di assegnazione del 50 per cento del patrimonio Enasarco. La tangente avrebbe poi dovuto essere ripartita tra Bill� (40 per cento) Porreca (40 per cento) Gismondi (20 per cento). Nel corso dell�operazione Bill� avrebbe rinunciato alla sua quota in cambio dell�intestazione al figlio �del 20 per cento di Magiste International�.

            Quale il ruolo di Sergio Bill�? Secondo l�accusa, ha messo in contatto tra loro i protagonisti dell�affare e ha sempre partecipato agli incontri di "lavoro". � difeso da Titta Madia, avvocato pure di Nicol� Pollari, direttore del Sismi.

            La gara indetta nel gennaio 2005 � stata annullata il 15 luglio scorso perch� l�offerta non � arrivata in tempo utile. L�affare � rimasto per aria poich� il ritiro di Deutsche Bank dalla cordata formata con Bpi e Magiste ha costretto Ricucci a rinunciare, nonostante il versamento dell�acconto.

            Scrive il gip Sante Spinaci nell�ordinanza di custodia: �Tra gli indagati c�era un "pactum sceleris"�. Il magistrato rileva �evidente e concreto il rischio che l�operazione illecita possa andare ancora a buon fine con altri soggetti�. Quanto alle misure cautelari, il gip osserva che �il fatto sottoposto al suo esame � considerato di una gravit� massima�. Nell�ordinanza si afferma inoltre che �Ricucci era a conoscenza degli aspetti tecnici della gara fin dall�ottobre 2004 quando il bando non era ancora stato pubblicato�. Secondo i pm sarebbe stato Gismondi a riferire a Ricucci gli aspetti tecnici relativi al patrimonionio Enasarco che hanno consentito all�immobiliarista di prepararsi alla gara.

            Dopo il sequestro di Zagarolo, la guardia di finanza ha svolto una serie di accertamenti bancari sui conti del marito di Anna Falchi. Durante le indagini � stato trovato un bonifico di tre milioni di euro destinato ad un conto su una banca di Singapore che, secondo quanto riferito da Ricucci, farebbe capo a Porreca e sarebbe gestito da Gismondi. Su questa circostanza la Procura sta per avviare una rogatoria internazionale.

            Quanto alla Bpi e alla Deutsche Bank gli investigatori non avrebbero elementi per sapere se i due istituti di credito fossero a conoscenza dell�accordo per l�assegnazione della gara. Per la prossima settimana sono previsti gli interrogatori di convalida dei tre destinatari dell�ordinanza di custodia cautelare.

              Il ministro del Lavoro, Cesare Damiano, intanto, �preso atto con preoccupazione dell�arresto di Porreca, sta studiando le misure per garantire le attivit� ordinarie dell�Enasarco�.