Empoli. Scuola, protesta delle lavoratrici coop

06/06/2002

            mercoledì 5 giugno 2002

            Scuola, protesta delle lavoratrici coop
            Attendono di essere pagate dal ministero. Corteo a Roma

            b.a.

            EMPOLI. Arriva fino a Roma la protesta delle donne delle cooperative Geos e Scintilla. Una delegazione delle oltre cento lavoratrici che nelle scuole empolesi svolgono i servizi di pulizie per conto del ministero della pubblica istruzione parteciperà venerdì nella capitale alla manifestazione nazionale promossa dalla Filcams Cgil. Come le donne empolesi, migliaia di lavoratrici in tutta Italia da mesi non vengono pagate dal ministero. In più, con la fine dell’anno scolastico si avvicina la scadenza degli appalti per il servizio di pulizie.
            Nei giorni scorsi Patrizia Calosi, presidente di Geos, è intervenuta a Torino al convegno sui lavoratori delle cooperative organizzato dalla Regione Piemonte. «Il sottosegretario alla pubblica istruzione Siliquini – riporta Calosi – ha detto che i soldi arriveranno in autunno. Ma rimane l’incognita sul proseguimento degli appalti. E’ stato proposto di inserire le donne delle cooperative nelle liste del collocamento».