Emmezeta Moda, circolare Accordo 05/06/2019

Roma, 06-06-2019

    TESTO UNITARIO

    Si è conclusa ieri 5 giugno u.s., c/o il Centro Congressi Cavour di Roma, la trattativa relativa alla “chiusura per cessazione di attività” di 5 punti vendita – per complessivi 72 dipendenti- decisa dall’azienda in un’ottica di riduzione dei costi del gruppo Conforama Italia. La motivazione –infatti- che sta alla base di queste chiusure, deriva dal risparmio sulle locazioni che Emmezeta Moda porterà a bilancio, in quanto immobili in affitto. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, pur consapevoli della difficile situazione in cui tutto il gruppo Conforama è stato trascinato a causa del pesante indebitamento operato dal Sig. Steinhoff, hanno condotto un difficile e duro negoziato alla ricerca di soluzioni alternative per le lavoratrici e i lavoratori colpiti da questo provvedimento.

    Alla fine è stato raggiunto un accordo, facilitati dalle possibilità offerte dal ripristino della “Cigs per chiusura”, finalizzata anche alla ricollocazione dei lavoratori in esubero.

    Questo elemento è rafforzato dal fatto che –nel corso della Cigs- le regioni competenti per territorio si impegnano a mettere in atto “politiche attive” per la ricollocazione dei lavoratori interessati.
    Le organizzazioni sindacali hanno inoltre contrattato, per il periodo utile ad una nuova ricollocazione, un riconoscimento economico da destinarsi ai lavoratori licenziati.

    In sintesi i termini dell’accordo sono i seguenti:

    a)per i lavoratori di Tortona (Al), Campogalliano (Mo), Veggiano (Pd), Bagnaria Arsa (Ud) e Vergiate (Va), l’azienda chiederà la concessione di Cigs per cessazione di attività a zero ore e per 12 mesi; la Cigs decorrerà dal 1/07/19 con termine al 30/06/20;

    b)l’azienda anticiperà il trattamento di integrazione salariale alle normali scadenze retributive;

    c)le Regioni, già contattate, hanno manifestato l’impegno ad attivare percorsi di politiche attive pe la ricollocazione;

    d)sono previste “attribuzioni patrimoniali” per i lavoratori, oltre alle normali spettanze di fine rapporto, con le seguenti modalità:

      ·adesioni alla non opposizione al licenziamento manifestate entro il 30/09/19 = 26 mila euro per i lavoratori full time, riproporzionati, secondo il loro orario settimanale, per i part time; per tutti un importo di 500 euro a titolo di “transazione novativa”;

      ·adesioni alla non opposizione al licenziamento manifestate entro il 31/12/19 = 16 mila euro per i lavoratori full time, riproporzionati, secondo il loro orario settimanale, per i part time; per tutti un importo di 500 euro a titolo di “transazione novativa”;

      ·queste somme saranno erogate dall’azienda entro 60 giorni dalla sottoscrizione del relativo verbale di conciliazione.

    In conseguenza di questo accordo Emmezeta Moda inoltrerà al Ministero del Lavoro richiesta di convocazione delle parti al fine della sottoscrizione del relativo accordo in sede ministeriale.

    p. la Filcams Cgil Nazionale
    Vanessa Caccerini