EMENDAMENTO DEL SENATO VANIFICA I CONTROLLI SUGLI APPALTI

19/07/2002

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

19 luglio 2002

EMENDAMENTO DEL SENATO VANIFICA I CONTROLLI SUGLI APPALTI
I sindacati dei servizi e dei trasporti chiedono audizione

Le federazioni sindacali dei servizi e dei trasporti hanno chiesto un incontro urgente al relatore in commissione del disegno di legge per la disciplina dei servizi pubblici e privati, senatore Oreste Tofani. Al senatore Tofani i sindacati vorrebbero illustrare i motivi della loro contrarietà all’emendamento approvato in commissione lavoro del Senato che «modifica profondamente» la legge sulla valutazione dei costi del lavoro e della sicurezza nelle gare d’appalto.

Le federazioni sindacali Filcams Fisascat Uiltucs e Filt Fit UilTrasporti, in una lettera inviata al presidente del Senato, al presidente della commissione Lavoro e ai presidenti dei gruppi parlamentari, hanno ricordato come si rischia «di vanificare i contenuti di una legge (327/2000) approvata la scorsa legislatura con il sostegno convinto dei rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro, e in coerenza con le direttive dell’Unione Europea».

«La nuova normativa – prosegue la lettera –, se dovesse diventare legge dello stato, favorirebbe la legalizzazione delle offerte al massimo ribasso, la concorrenza sleale a danno delle imprese serie, e di conseguenza la proliferazione di imprese fasulle e cooperative spurie la cui unica logica imprenditoriale è rappresentata dalla evasione contributiva, dalla violazione delle norme sulla sicurezza e la salute dei lavoratori, dal ricorso al lavoro nero».

I sindacati ricordano che la legge che si sta per abrogare «rappresenta un solido argine, non del tutto sufficiente, alla corruzione che caratterizza negativamente il sistema degli appalti, specialmente pubblici, nel nostro Paese, nonché il grave fenomeno del riciclaggio di denaro di provenienza illecita».