Elenchi, rimosso il maresciallo

30/07/2002






(Del 30/7/2002 Sezione: Interni Pag. 4)
IL CASO DI TOLENTINO, TUTE BLU ISCRITTE AL SINDACATO
Elenchi, rimosso il maresciallo

              ANCONA. Caso Tolentino, via anche il maresciallo Aringoli della Compagnia carabinieri, coinvolto nella richiesta di acquisizione degli elenchi degli operai iscritti ai sindacati alla Frau e in altre aziende della zona. Ieri è stato trasferito ad altra sede, sempre nelle Marche, ma fuori dalla provincia di Macerata. E´ il secondo provvedimento del genere adottato dall´Arma: prima di lui, è toccato al capitano Rosario Gemma, rimosso sabato sera e in attesa di nuova destinazione. Entrambi sono sotto inchiesta disciplinare per i controlli «anomali» sul tasso di sindacalizzazione alla Poltrona Frau, alla Nazareno Gabrielli, alla Laipe e alla Nuova Simonelli. Non esisteva e non esiste insomma, afferma il Comando regionale dei carabinieri, alcun mandato nazionale a richiedere gli elenchi degli iscritti. Il capitano Gemma per ora preferisce non parlare, si dice dispiaciuto per il danno all’immagine dell’Arma, al ministro, al governo, e per la risonanza che il suo errore, di cui – dicono allo stesso Comando – ha acquisito piena consapevolezza, ha avuto. Resta da chiarire fra l’altro come si è svolta la consegna della ricevuta lasciata all’impiegato della Frau che diede gli elenchi ai militari: secondo i sindacati il maresciallo, andato sul posto con altri due carabinieri, avrebbe aggiunto di suo pugno «ricevuto ai fini di un monitoraggio nazionale», ma questa versione non è stata ancora accreditata dall’Arma.
              r.i.