Electa spa – Comunicato sindacale 1 aprile 2009

Comunicato Sindacale

Venerdì 27 marzo la Electa spa ha sospeso il versamento degli acconti sugli stipendi arretrati rinviando a martedì 31 eventuali comunicazioni in merito alla ripresa del pagamento.

Ad oggi, l’unica certezza è che non ci sono disponibilità economiche sufficienti per pagare quanto dovuto ai lavoratori.

Ricordiamo che nel confronto avviato con Electa spa, oltre alla ricerca degli ammortizzatori sociali in deroga, l’Azienda aveva confermato l’impegno a :

sanare le mancate retribuzioni (40% delle 13^ e le mensilità da Dicembre a Febbraio 2009) con acconti settimanali di euro 150,00;
rientrare nella regolarità dei pagamenti a partire dalla retribuzione di Marzo.

Questa decisione non ha trovato soddisfazione da parte dei lavoratori e del Sindacato perche’ considerata insufficiente di fronte al dramma di persone che non percepivano la retribuzione da mesi.

    La Electa spa ha confermato tale volontà perché, come dire “meglio pochi soldi ma certi!” rinviando, ad una fase successiva la discussione per verificare la possibilità di implementare tali importi.

      I fatti ci dicono il contrario.

      L’Azienda non è in grado di rispettare neppure le proprie posizioni dichiarate.

      A questo punto, ci chiediamo : quale credibilità ha il piano di rilancio presentato e sul quale si chiede la condivisione dei lavoratori e del Sindacato? Quanto i lavoratori devono pagare per vedere riconosciuta la propria dignità, i propri diritti e il salario?

      Riteniamo doveroso e coerente avere risposte chiare da questa Azienda perche’ il credito di fiducia da parte dei lavoratori e del Sindacato è terminato.

      Allo stato attuale rimane per noi confermato l’incontro concordato con Electa spa per il 9 aprile 2009 determinante per avere risposte soddisfacenti in merito ai problemi posti.

      Per questo è proclamato lo sciopero ad oltranza delle lavoratrici e dei lavoratori della Electa spa a partire da giovedi 2 aprile 2009.

      Filcams CGIL NAZIONALE Fisascat CISL NAZIONALE Uiltucs UIL NAZIONALE
      Gabrielli Rondinelli Vargiu

                                      Roma 1 aprile 2009