ELDO ITALIA IN CRISI, CHIUSI MOLTI PUNTI VENDITA

10/10/2011

10 ottobre 2011

Eldo Italia in crisi, chiusi molti punti vendita

Eldo Italia il Megastore di elettronica, informatica, ed elettrodomestici, ha comunicato l’ormai irreversibile crisi economica della società soprattutto a causa della chiusura totale dei finanziamenti da parte di banche e assicurazioni che ha reso impossibile rifornire i negozi. Questo ha portato alla decisone di sospendere ulteriori sette unità produttive non escludendo che in futuro ne seguiranno altre.
Entro il 12 Ottobre verranno chiusi i negozi di Torino, Corsico, Macerata, Campobasso, Perugia, Potenza e Villa San Giovanni, che si aggiungono alle precedenti chiusure di Ferrara, Bologna e Brescia.
“È evidente che ancora una volta l’incontro è stato caratterizzato da una lunga e accesa discussione” racconta la Filcams Cgil “l’azienda ha richiesto, a fronte delle nuove chiusure, l’ampliamento della Cassa Integrazione per ulteriori 107 unità passando quindi dalle 180 unità (definite con l’accordo del 1 agosto al Ministero del Lavoro) a 287 unità.”
“Abbiamo inoltre previsto la sospensione senza rotazione per i 152 addetti delle dieci unità produttive sospese, mentre continueranno a ruotare i lavoratori dei negozi ancora in attività per un massimo di 135 addetti.”
Una situazione grave, resa più complicata dalle continue contraddizioni aziendali. Una vertenza che si sta ancor più complicando sul territorio.
In Calabria, il 6 ottobre scorso, i lavoratori del Megastore Eldo situato nel Centro Commerciale La Perla dello Stretto di Villa San Giovanni, apprendevano dalla Filcams Cgil la chiusura immediata ed improvvisa del punto vendita. Sono coinvolti 24 lavoratori che provengono già da una situazione lavorativa molto disagiata ed incerta, viste le pregresse vicende che li hanno coinvolti con la precedente società in una cessione di ramo d’azienda.