Eldo, esito incontro 28/07/2011

TESTO UNITARIO

Facciamo seguito ai precedenti comunicati per informarvi che il giorno 28 Luglio 2011 si è svolto l’incontro per espletare la procedura di richiesta di cassa integrazione straordinaria della Eldo Italia spa per un totale di 203 FTE. A seguito di una articolata discussione le parti sono arrivate ad un accordo. La cassa integrazione riguarderà 180 FTE delle regioni Basilicata, Campania, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia; Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana e Umbria a partire dal 1 Agosto 2011.
Compatibilmente alle esigenze produttive ed organizzative l’azienda applicherà la rotazione nel principio della fungibilità delle mansioni; non essendo stato possibile stabilire ulteriori criteri di garanzia e di verifica già da accordo nazionale, vista la diversificazione delle unità produttive coinvolte, si prevede che in qualsiasi momento le rappresentanze sindacali possano convocare l’azienda a livello territoriale per verificare le modalità di rotazione applicate.
I lavoratori sospesi riceveranno comunicazione scritta da parte dell’azienda.
Su richiesta delle OO.SS l’azienda si è impegnata ad anticipare il trattamento di integrazione salariale, qualora però il ministero non approvi il decreto entro quattro mesi dall’inizio della CIGS l’azienda sospenderà l’anticipazione.
Contemporaneamente l’azienda ha dato disponibilità ad incontrare nuovamente le parti entro la fine di Agosto per verificare la situazione dei 154 apprendisti.
Gli affidamenti presi prevedono la possibilità di arrivare ad un accordo di cassa integrazione in deroga per il totale dei 154, di cui l’azienda non ne potrà sospendere più di 25 contemporaneamente a partire dal 1 Settembre 2011.
Gli apprendisti, qualora ci fosse l’accordo presso il Ministero del Lavoro, andrebbero in rotazione con gli altri colleghi. Durante i 12 mesi di CIGS, previsti dall’accordo del 28 Luglio, andranno in scadenza 27 contratti di apprendistato che l’azienda ha già dichiarato di non voler confermare, su richiesta delle OO.SS. si è però impegnata a valutare la possibilità di arrivare ad un accordo che dia il diritto di precedenza ad eventuali assunzioni qualora, finito il periodo di CIGS, l’azienda sia nelle condizioni di incrementare l’organico.
Il 1 Agosto le parti si incontreranno presso il Ministero del Lavoro per l’esame congiunto ai sensi del DPR 218/2000 ed approvare definitivamente la cassa integrazione. I tempi dovrebbero consentire che l’approvazione del decreto non arrivi oltre i quattro mesi limite previsti per proseguire l’anticipazione da parte dell’azienda.

Vi alleghiamo l’accordo siglato e quello sottoscritto presso il Ministero.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Alessio Di Labio


Verbale di Accordo 01/08/2011
Verbale di accordo 28/07/2011