Efibanca e Mps entrano nelle terme

25/10/2001

Il Sole 24 ORE.com







    Efibanca e Mps entrano nelle terme
    FIRENZE – Monte dei Paschi di Siena e Banca popolare di Lodi sbarcano nel settore wellness e scommettono sulla Società delle terme e del benessere (Stb) che fa capo all’imprenditore pratese Leandro Gualtieri. L’investimento ha portato all’acquisizione del 30% della Stb, suddiviso a metà tra le rispettive banche d’affari, Mps merchant e Efibanca, promotrici dell’operazione (realizzata in parte con l’ingresso diretto nel capitale e in parte con un prestito convertibile). L’obiettivo – spiega una nota – è di favorire lo sviluppo di Stb, proprietaria del centro termale Fonteverde a San Casciano dei Bagni (Siena) e di Grotta Giusti a Monsummano (Pistoia), e di accompagnarla alla quotazione in Borsa entro il 2005.
    Per adesso Stb, nata nell’estate scorsa in concomitanza all’uscita di Gualtieri dalle Terme di Saturnia (di cui possedeva il 50%), è una piccola realtà – il 2001 chiuderà con un fatturato di 5,6 milioni di euro – dalle grandi ambizioni. Il decollo è legato ai consistenti investimenti , vicini ai 35 milioni di euro, avviati nelle due strutture termali controllate, destinate a essere trasformate in resort di lusso. A San Casciano dei Bagni, l’imprenditore pratese (titolare tra l’altro, della Filpucci filati) sta realizzando un albergo a quattro stelle con 90 camere, un centro rémise en forme e un centro estetica. A Monsummano è in funzione il restaurato complesso di Grotta Giusti, che comprende una grotta naturale immersa in un lago sotteraneo di acque termali, un centro benessere e un albergo a quattro stelle con 70 camere.
    Il 2002 s’annuncia per Stb un anno di crescita, anche se al di sotto delle previsioni. «Il ritardo nell’apertura del centro termale Fonteverde, che avverrà in marzo, e la crisi internazionale che sta colpendo il settore turistico – spiega Gualtieri – ci imporranno di aggiornare al ribasso le stime per l’anno prossimo». In ogni caso, tra gli obiettivi della società resta quello di aggregare altre strutture termali. «Stiamo esaminando varie opportuntà – dice Gualtieri – anche se non abbiamo trattative in corso». Il passo successivi sarà la Borsa.
    Silvia Pieraccini
    Giovedí 25 Ottobre 2001
 


Tutti i diritti riservati © 24 ORE NetWeb S.p.A.
   

…………………………………..