Effetto Olimpiadi su hotel torinesi

15/03/2006
    mercoled� 15 marzo 2005

    Pagina 18 – Turismo

      Secondo Seat Pg, strutture in crescita dell’1,8%

        Effetto Olimpiadi su hotel torinesi

          L’effetto Olimpiadi si sta facendo gi� sentire nelle strutture alberghiere di Torino e provincia. A rivelarlo � Seat Pagine gialle, che ieri ha presentato i risultati dell’indagine annuale sul sistema alberghiero locale. Sono 486 le strutture presenti sul territorio, pari al 34,7% dell’offerta complessiva del Piemonte e con una densit� sulla popolazione pari a una ogni 4.470 abitanti. Con questi numeri, la provincia di Torino risulta al sedicesimo posto in Italia per numero di esercizi, nell’ambito di una regione (il Piemonte) che si colloca al nono posto nella classifica regionale.

            Per quanto riguarda la tipologia, il 49,2% riguarda strutture di livello inferiore (1 e 2 stelle, residenze turistico-alberghiere e pensioni), il 41,7% alberghi a 3 stelle e il restante 9,1% strutture di lusso (da 4 stelle in su). Analizzando le variazioni dei dati 2005 relativi a Torino e provincia rispetto all’anno precedente si osserva, dal punto di vista quantitativo, un aumento delle strutture pari all’1,8%: un dato in controtendenza rispetto all’andamento nazionale, che registra una riduzione pari all’1%.

              Sul fronte qualitativo, invece, i dati Seat mettono in rilievo un’evoluzione positiva su pi� fronti delle strutture, che vogliono offrire sempre maggiore comfort ai clienti: sono cresciute del 65% quelle dotate di connessione a internet per l’effetto Olimpiadi, cos� da far fronte alle esigenze dei turisti stranieri, del 27% le strutture con aria condizionate e del 22% quelle accessibili ai disabili. Il 29% degli hotel dispone di postazioni internet e prese modem in camera, una percentuale superiore sia alla media regionale del 27%, sia a quella nazionale del 17%. Anche il ricorso al sito web come strumento promozionale per attrarre nuovi clienti � elevato: a Torino e provincia il 56% delle strutture ricettive dispone di un sito internet, rispetto a una media regionale del 53% e a una nazionale del 55%. Elevato il livello di accessibilit� degli alberghi a persone disabili: il 40% degli esercizi ricettivi offre facilitazioni ai portatori di handicap, in linea rispetto alla media regionale del 41% e decisamente superiore a quella nazionale del 31%.

                L’indagine, d’altro canto, evidenzia che solo l’1% delle strutture ricettive in citt� e provincia possiede centri benessere, mentre la media regionale � del 2% e quella nazionale del 4%. Inoltre, appena il 6% degli esercizi � dotato di piscina, contro una media regionale dell’11% e una nazionale del 22%.