Eataly Distribuzione, circolare Ipotesi CIA, avvio consultazione 18/12/2019

Roma, 18 dicembre 2019


Testo Unitario

Il 17 dicembre in Roma è stata raggiunta l’intesa per il rinnovo del contratto integrativo Eataly riguardante 1800 addetti che operano in 15 punti vendita in tutto il paese.
Viene mantenuto in toto il complesso di tutele e diritti previsto dal contratto integrativo del 2015 a cui vengono apportate, per effetto di questo rinnovo, importanti modifiche migliorative.

Nel dettaglio:

Inquadramento professionale e polimansione

Eataly ha prodotto una analisi delle attuali mansioni svolte dalle figure specialistiche e dei relativi livello che costituirà lo spunto per l’avvio di un confronto mirato a risolvere l’annosa questione degli inquadramenti professionali, confronto che dovrà concludersi entro la fine dell’anno venturo. Viene introdotta una indennità di 75 euro mensili per i lavoratori che svolgono una mansione aggiuntiva rispetto a quella prevalente.

Part time e flessibilità

L’azienda si è impegnata a ridurre il numero delle fasce orarie dei contratti dei part time in forza attuando un costante confronto con le OOSS.

A livello di punto vendita potranno essere raggiunte intese sulla flessibilità organizzativa che potranno definire turni di lavoro più equi e un numero di domeniche di astensione dal lavoro su basa mensile o annua.

Premio

Viene superata definitivamente la possibilità di non erogare il premio a fronte di provvedimenti disciplinari di particolare entità. Viene definito un monitoraggio dell’assenteismo ricorrente nei w.end che potrebbe portare a interventi di modifica, qualora il fenomeno risultasse di rilevante portata.

Welfare

Eataly stanzierà per il triennio di vigenza la somma di 600.00 euro per interventi di welfare aziendale mirati a integrare l’offerta di prestazioni garantite da Fondo Est.

L’iscrizione al Fondo di derivazione contrattuale sarà estesa dal 1 gennaio 2020 anche ai lavoratori a tempo determinato con contratto di durata uguale o superiore a 6 mesi.

Appalti

Vengono estese le condizioni di tutela dei lavoratori che operano nei negozi in regime di appalto su temi importanti quali prevenzione salute e sicurezza, e contrasto alle molestie sessuali.

Contrasto alle molestie, alla violenza di genere e promozione dell’integrazione e della diversità

L’accordo introduce un codice di comportamento condiviso per il contrasto alle molestie e alla violenza di genere, e l’impegno comune delle parti ad attuare politiche mirate a prevenire e sradicare questi fenomeni.

Smart working

Verrà attuata una sperimentazione per testate l’introduzione di questo istituto.

Formazione

La formazione diverrà materia negoziale a pieno titolo, dall’individuazione delle platee di riferimento dei lavoratori alla definizione di argomenti specifici su cui costruire la progettazione dell’offerta formativa.

Banca ore solidali

È stata normata la banca delle ore solidali ( B.O.S.) cui l’azienda concorrerà garantendo la copertura contributiva delle ore fruite dal lavoro richiedente e donate dai lavoratori cedenti.

Scontistica

Viene migliorata e innalzata, seppur limitatamente ad alcuni mesi dell’anno, la scontistica sui prodotti rivolta ai dipendenti.

Diritti Individuali

Vengono previste 16 ore di permesso retribuito per l’inserimento dei figli alla scuola materna e tre giorni aggiuntivi alle previsioni di legge per il congedo di paternità.

Per i 5 mesi di astensione obbligatoria Eataly integrerà il 100% della retribuzione di tredicesima e quattordicesima.

Il congedo per lutto per parenti e affini fino al 2^ grado è esteso di ulteriori 3 giorni retribuiti.

L’ipotesi d’accordo, su cui esprimiamo una valutazione altamente positiva, dovrà essere illustrato nelle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori da effettuarsi entro il 31 gennaio 2020.

p. la Filcams Cgil Nazionale
Cristian Sesena